Insufficienza venosa e dolore gamba, è normale?

di Cinzia Iannaccio Commenta

Richiesta di Consulto Medico su insufficienza venosa arti inferiori e dolore
Buona sera ho questi risultati di ecocolordoppler venoso arti inferiori: “Sistema Venoso profondo previo e compatibile bilateralmente a livello dei distretti esplorati (vena femorale comune superficiale e profonda; vena poplitea). Alle caviglie tibiali posteriori pervie normo reagenti alle manovre di attivazione e comprimibili. Osti safenici ancora continenti. CONCLUSIONE: Insufficienza Venosa arti inferiori con teleangectasie e piccole caricosità extrasafeniche in particolare a destra. Si consiglia Avenum 500 ed elastocompressione (COLLANT 20 MMHG).” Posso dire che il collant mi provoca dolore e che il dolore che solitamente saltava fuori d’estate ora ce l’ho costante e mi fa impazzire. Mi sa spiegare se è normale avere dolori così forti alla coscia? Grazie infinite, accetto consigli.

Specializzazione: Flebologia e Chirurgia Vascolare
Tipo di Problema: insufficienza venosa arti inferiori e dolore alla gamba

 

Risponde il Dott. Giuseppe Serpieri, MD, FCPhleb Specialista in Chirurgia Vascolare (Torino, Milano, Roma, Londra). Per contatti diretti Tel 3356791027 o visitare il sito www.flebologia.it

 

Buonasera. Sulla base del referto ecodoppler che mi ha trascritto, pur senza vederla di persona, posso dire che ritengo eccessiva la compressione elastica che le è stata consigliata. Questa potrebbe pertanto in qualche modo , essere alla base dei suoi nuovi disturbi. Bisognerà in ogni caso approfondire la possibilità che possano esserci altre cause, non di tipo venoso, alla base dei suoi dolori.
Cordiali saluti Dott. Giuseppe Serpieri

 

 

Leggi anche:

 

 

Se avete altre domande da porre ai nostri specialisti visitate la pagina specifica “Chiedi all’esperto, consulti online su Medicinalive”.

Vi ricordiamo che non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie : Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

Foto: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>