Safena, togliere o occlusione con Closure Fast?

di Cinzia Iannaccio Commenta

 

Richiesta di Consulto Medico

“Buongiorno ho 68 anni, maschio: dopo un ecodoppler il medico mi ha consigliato di togliere la safena. Volevo un consiglio se togliere la vena oppure intervenire con il metodo closure fast? grazie per l’attenzione.”

 


Specializzazione: Flebologia e Chirurgia Vascolare
Tipo di Problema Vena safena

La risposta è del dottor Giuseppe Serpieri specialista in chirurgia vascolare e flebologia, nonché direttore scientifico e fondatore di www.flebologia.it, il primo sito italiano dedicato alle patologie funzionali ed estetiche degli arti inferiori:

“Buongiorno. Le varici degli arti inferiori, causate da insufficienza valvolare safenica o di altri rami venosi, rappresentano una patologia cronica ed evolutiva che non può andare incontro a regressione spontanea; possono invece progredire fino a dare origine ad effetti collaterali e complicazioni, quali eczemi cutanei, pigmentazione bruna della pelle ed eventuali ulcerazioni. I sintomi possono essere diversi e variare per ogni singolo caso: si va da disturbi di natura esclusivamente estetica, a senso di peso e stanchezza, prurito, dolore locale, gonfiore, bruciore e crampi.Esistono diverse tecniche di intervento, dal tradizionale stripping, ormai obsoleto, a numerose metodiche miniinvasive eseguite con tecniche endovascolari ecoguidate in anestesia locale, che richiedono notevole esperienza da parte dell’operatore e strumentazioni d’avanguardia, con rapidissima ripresa delle proprie normali attività quotidiane. La scelta del trattamento più adatto deve essere fatta dopo aver visitato il paziente e dopo aver discusso le varie opzioni: oggigiorno tuttavia dovrebbe essere sempre offerta al paziente la possibilità di essere trattato con una di queste metodiche Cordiali saluti. Dott. Giuseppe Serpieri.”

Se avete altri quesiti da porre al dottor Serpieri (o ad altri nostri esperti) potete scrivere utilizzando il form al seguente link:

Chiedi all’esperto: consulti online su Medicinalive

In alternativa è possibile visitare il sito dello stesso dottor Serpieri, www.flebologia.it, dove troverete approfondimenti e contatti.

Ricordiamo che Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente divulgativo: queste consulenze, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il prezioso e continuativo rapporto con il proprio medico curante, uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

Foto: Thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>