Il cioccolato fondente favorisce la tintarella

di Redazione 0

Il cioccolato fondente è un “dolce” alleato dell’abbronzatura, il merito sarebbe dei polifenoli in esso contenuti, in grado di favorire l’assorbimento dei raggi UVA e di proteggere dai colpi di calore. L’ipotesi, è stata avanzata da un gruppo di ricercatori dell’Università di Laval di Montreal, in Canada, coordinati dal dottor Bruno Riverin.

La bella stagione oramai si avvia alla sua fine, ma le temperature elevate di questi giorni lasciano ben sperare, soprattutto per chi vuole godersi gli ultimi scampoli d’estate e di sole. Il team di studiosi canadesi, ha preso spunto da una serie di analisi condotte in precedenza in Germania e in Gran Bretagna, che ipotizzava come i polifenoli del cacao aiutassero a sopportare meglio i raggi UV, tuttavia le ricerche erano state basate su un numero ristretto di volontari. Da qui, la necessità di fare chiarezza al riguardo per confermare o meno le tesi.

I ricercatori, infatti, in questo momento si stanno occupando di reclutare volontari. Attualmente, hanno già aderito 30 persone, e altre 30 sono in fase di selezione. I soggetti coinvolti nella ricerca sono tutte donne, tra i 25 e i 65 anni di età e dalla pelle molto chiara. Una volta definito il numero, il campione verrà diviso in 2 gruppi: il primo gruppo assumerà ogni giorno 3 quadrati di cioccolato fondente ricco di polifenoli, mentre il secondo riceverà la stessa dose di cioccolato, ma placebo, quindi privo dei benefici derivanti dai polifenoli.

Il test avrà una durata di 12 settimane, durante le quali le donne saranno sottoposte all’esposizione ai raggi ultravioletti sul viso e all’interno del braccio con l’ausilio di lampade abbronzanti. In questo modo, i ricercatori potranno verificare le 2 ipotesi di lavoro, ovvero se il cioccolato fondente renda il corpo più resistente al sole, oltre che favorirne l’abbronzatura.

Articoli correlati:


Abbronzatura: non usare le foglie di fico come abbronzante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>