Sbiancamento dei denti, fai da te o dal dentista?

di Tippi Commenta

Lo sbiancamento dei denti è un trattamento cosmetico particolarmente richiesto per migliorare il sorriso, anche se l’effetto è solo temporaneo e il colore originale non cambia in maniera definitiva.

Il trattamento sbiancante, infatti, è indicato per chi ha una dentatura opaca, o ingiallita, ma bisogna sempre tener presente che non è in grado di stravolgere il colore di partenza come molti pensano erroneamente. Le tipologie di trattamento sono essenzialmente 2: il dentista o i kit fai da te che si comprano in farmacia o al supermercato. Tuttavia, in entrambi i casi, occorre fare attenzione a non ricorrervi troppo spesso. L’uso frequente di sostanze sbiancanti, alla lunga può intaccare lo smalto dei denti, senza considerare gli effetti indesiderati come ipersensibilità dentale o irritazione della bocca. Inoltre, non sono indicati per chi ha carie, denti devitalizzati, protesi o per chi è anziano.

Sbiancamento dei denti dal dentista

Resta il sistema di sbiancamento più efficace, grazie al quale si ottiene mediamente un cambiamento di 7-10 tonalità rispetto al bianco originale dei denti, sebbene il risultato vari da persona a persona. Lo sbiancamento dal dentista, inoltre, sembra offrire maggiori garanzie anche sotto il profilo della durata. L’effetto sbiancante, infatti, rimane per circa 2-3 anni.

Il sistema più diffuso è il power bleaching. La seduta richiede 1 ora di tempo, ma gli effetti sono subito visibili. Il dentista isola le gengive con mascherine personalizzate in silicone e applica sui denti un gel a base di perossido di idrogeno al 35% che si attiva con la luce o il laser liberando ossigeno. Dopo la seduta, bisogna evitare di fumare, mangiare o bere bevande coloranti per almeno 24 ore. Il costo va dai 300 ai 600 euro circa.

Lo sbiancamento dei denti, può essere anche a domicilio. Il dentista, infatti, con le impronte del paziente, mette a punto delle apposite mascherine che si applicano a casa in associazione ad un prodotto sbiancante in totale autonomia. La mascherina va indossata durante la notte per 15 giorni per ogni arcata (in totale 1 mese). Il costo, è leggermente inferiore, va da 300 a 400 euro circa.

Sbiancamento dei denti fai da te

I trattamenti più comuni, come le strisce, i dentifrici sbiancanti o i collutori whitening offrono qualche tono di bianco in più rispetto al colore originale dei denti, e l’effetto rimane per 1 anno circa. Il sistema più efficace, resta, ad ogni modo, l’applicazione delle strisce sull’arcata superiore e inferiore dei denti per 1 mese, almeno mezz’ora 2 volte al giorno. Il trattamento corregge difetti lievi e il costo è di circa 50 euro.

Articoli correlati:

Sbiancamento dentale a casa: i diversi metodi per avere denti bianchi senza il dentista
Operazione sorriso perfetto: nuove cure per denti e gengive….e i denti tornano nuovi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>