Mirra, il dono dei Re Magi che fa bene alla salute

di Piera Commenta

La tradizione natalizia vuole che nel periodo delle feste ogni casa sia decorata a tema: luci, colori, alberi di Natale e presepi sono le decorazioni più diffuse nelle case italiane. Il presepe, in particolare, viene realizzato in diverse versioni secondo le usanze e le tradizionali locali, ma in tutti vi sono sempre presenti i tre Re Magi che offrono in dono oro, incenso e mirra.

In pochi conoscono però cosa sia la mirra e sopratutto la maggior parte ignora le sue eccellenti proprietà. Sembra infatti che questa preziosa resina sia ottima per migliorare il proprio stato di salute.

La mirra è una gommaresina aromatica che viene ottenuta tramite un processo di estrazione da un albero del genere Commiphora, un arbusto poco diffuso di cui ne esistono circa cinquanta specie, presenti sopratutto nei pressi del Mar Rosso, in Senegal, in Madagascar e in India. Il termine, invece, deriva dal greco e dai vocaboli latini murra o myrrha utilizzato per indicare sostanze amare. Citata più volte nella Bibbia e nei testi sacri, attualmente la mirra viene impiegata nell’industria farmaceutica come disinfettante e nella realizzazione di profumi. In alcuni paesi europei, come in Francia, viene apprezzata anche per curare afte ed altre infiammazioni.

La scoperta delle proprietà benefiche della gommaresina offerta in dono dai Re Magi, peòr , non è assolutamente recente e, anzi, risale a ben 3000 anni fa quando veniva impiegata come disinfettante delle vie intestinali e conservante per cibi rapidamente deperibili. Insomma, la mirra è un ottimo farmaco naturale che può essere assunto per via topica, ma anche per via interna per regolare la secrezione degli enzimi gastrici.

La mirra ha infatti funzioni di disinfettante ed è perciò in grado di curare numerosi infezioni, ma anche di prevenirle perchè agisce come stimolando il sistema immunitario. Può essere utilizzate per combattere i sintomi influenzali come tosse e raffreddore perchè efficace come espettorante. Grazie alla sua capacità di regolare l’afflusso sanguigno verso l’apparato digerente favorisce la digestione ed agisce a livello cardiaco proteggendo i vasi sanguigni dall’arteriosclerosi.

La mirra, acquistabile nelle erobisterie e farmacie più fornite, può essere utilizzata con altri componenti per rimedi naturali ed efficaci. Ad esempio, lasciata in infusione per tre giorni, insieme a un pò di vodka, anice stellato, cannella e chiodi di garofano è un buon colluttorio, mentre sotto forma di olio essenziale, mescolata a estratto di limone, olio di incenso e benzoino è un mix altamente nutriente per unghie e mani.

[Fonte: Wikipedia, Promiseland ]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>