Twitter & Salute: un tweet al giorno toglie il medico di torno

di Redazione 0

Twitter, lo strumento sempre più popolare tra i social network, è risultato in un primo momento solo un modo comodo per rimanere in contatto con amici e familiari lontani. Ma oggi sta emergendo come uno strumento potenzialmente prezioso per avere in tempo reale anche le informazioni sanitarie e gli avvisi medici, come descritto in un articolo di approfondimento nella sezione medica dell’ultimo numero di Telemedicine and e-Health.

Gruppi di medici, ospedali e organizzazioni sanitarie stanno scoprendo una serie di applicazioni utili utilizzabili tramite Twitter per comunicare informazioni tempestive, sia all’interno della comunità medica che per i pazienti e il pubblico. Messaggi brevi, o “tweets“, consegnati tramite il social network vengono inviate da un mittente ad un gruppo di destinatari contemporaneamente, fornendo un modo semplice e veloce per raggiungere tantissima gente in breve tempo.

Ciò ha evidenti vantaggi per la condivisione delle applicazioni urgenti quali catastrofi, avvisi e avvertimenti sulla sicurezza dei farmaci, monitoraggio delle epidemie, la diffusione di informazioni o di assistenza sanitaria. Le applicazioni di Twitter sono disponibili per aiutare i pazienti a conoscere le sperimentazioni cliniche, per esempio, o per collegare le notizie brevi dal Centers for Disease Control and Prevention (CDC) di siti affidabili che forniscono informazioni più dettagliate.

L’uso dei mezzi di comunicazione sociale e di sbocchi Internet-based come Twitter per comunicare informazioni di carattere medico richiede però un elevato grado di cautela, tuttavia, per tutelare la riservatezza e la privacy del paziente nell’assistenza clinica, e per garantire che le fonti di informazioni siano precise, affidabili, e corrette.

Si tratta di un modo per guardare a Twitter come un metodo di comunicazione di massa

spiega Joseph C. Kvedar, direttore del Centro per la Connected Health (Partners HealthCare System, Boston, MA). Twitter è un messaggero in tempo reale ed è stato progettato per la mobilità. Conclude Kvedar spiegando che questo mezzo permette alle persone di

scrivere a 30 persone o 50 o 100, qualunque sia il numero che vogliate.

Un bel vantaggio, non c’è che dire.

[Fonte: Sciencedaily]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>