Una colletta per rifarsi il seno: dagli Usa la moda del “pagami le tette nuove”

di Paola 6

Una colletta in rete per finanziarsi le tette nuove. Accade negli States, dove su un sito sono raccolte le richieste e le foto di ragazze bisognose…di rifarsi il seno, ma che non potendoselo permettere puntano sulla sensibilità e sulla carità umana dei ragazzi che si collegano a chattare con loro.
I visitatori elargiscono piccole e grandi donazioni che vanno ad aumentare il gruzzoletto delle povere ragazze con il tradizionale metodo della colletta, stavolta in via telematica.

Il sito in questione è Myfreeimpiants.com, letteralmente le mie protesi gratuite. E’quì che le bisognose fanciulle si iscrivono, inserendo una loro biografia e specificando le motivazioni che le spingono verso la chirurgia plastica.
I ragazzi devono acquistare dei crediti che partono da un dollaro e mezzo, per poter vedere le loro foto e chattare con loro. Se poi vogliono foto e video delle pupe in questione, serve un maggior numero di crediti.
La moda del pagami le tette nuove sta prendendo piede anche in Europa… va bene copiare tutto dall’America, ma questo finto spirito caritatevole non potremmo lasciarlo oltreoceano?

Commenti (6)

  1. stò con un ex anoresica, ora sta bene , ma ha pochissimo seno!
    ed è disperata!
    è comprensibile che per annulare tale disagio, ci debba ridurre a ciò!

  2. Caro kadiatas,
    c’è credo una fondamentale differenza tra l’operazione di chirurgia estetica volta ad annullare un disagio psicologico dovuto a malattie come l’anoressia o il tumore al seno, e la voglia di gonfiarsi il seno a 18 anni solo per averlo uguale alla compagna di banco o alla velina di turno. Nel caso della tua compagna il disagio è comprensibile e giustifica un ricorso alla chirurgia. Lungi da noi giudicare immorale l’elemosina on-line delle “povere” ragazze che cercano un donatore per gonfiarsi le tette, ma certamente non si può negare che questo fenomeno puzza davvero di spazzatura e di gente con scarsa stima di sè stessi e del proprio denaro.

  3. Mi ritengo una ragazza carina, ho 23 anni, peso 62 kg e sono alta 1,70, porto la 1° di reggiseno, anzi la 0,01 (non esistono praticamente). Mi piacciucchio ma avete una minima idea di cosa mi passi per la testa quando mi spoglio davanti ad un ragazzo, di quando guardo il seno di qualche velina in tv o di quando una mia amica si mette quella maglia.. la maglia dei miei sogni.. quella ke vorrei tanto indossare io ma ke addosso a me pare un sacco dell’immondizia?!?! Ecco.. questo è quello ke provo io.. non ho soldi per rifarmi (dovrei lavorare 1 anno e mezzo senza spendere niente – cosa impossibile – per pagarmi l’operazione) se me le regalassero accetterei. Non potrei fare altrimenti. Scarsa autostima di me? probabile ma con quel tocco in + penso ke possa cambiare davvero qualcosa in me.. oltre esternamente soprattutto interiormente…

  4. non so se troverò mai i soldi o/e il coraggio per rifarmi ma per ora questo rimane il mio punto debole..

  5. Ciao a tutte, una mia amica ha aumentato di due taglie il volume del seno, con la nuova tecnica senza bisturi e silicone. Ha ritrovato la sua femminilità ed è molto felice adesso.

    Il centro ha specialisti in tutta Italia è su http://www.mastoplastica-con-staminali.com trovi un video che mostra l’intervento con le cellule staminali, diversi interventi fatti ed un modulo da compilare per essere ricontattata grauitamente da un medico per chiedergli le informazioni necessarie. E’ possibile effettuare il pagamento in piccole rate mensili,
    in bocca al lupo,
    ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>