Liposuzione: il grasso torna dopo 12 mesi

di Filippo Coscetta Commenta

La liposuzione ha una durata limitata di 12 mesi, non è un trattamento contro l’obesità, ed è solo un’operazione di cosmesi che riguarda più che altro la cura dell’aspetto estetico delle persone. Questi i risultati emersi da un recente studio statunitense pubblicato su Obesity dalla University of Colorado. La ricerca eseguita su un campione di 32 donne (di queste 14 hanno subito l’intervento di  liposuzione ai fianchi e al basso ventre e 18 hanno svolto la funzione di gruppo di controllo), ha mostrato come  il grasso tolto chirurgicamente, nel giro di 12 mesi, si riformava da altre parti del corpo, in particolare nella parte superiore dell’addome (spalle e tricipiti delle braccia).

Nello scorso anno in America, dove questo trattamento è largamente diffuso a causa dell’obesità media del popolo americano, sono state ben 200.000 le operazioni di liposuzione eseguite e si pensa che, nonostante questa ultima scoperta, la diminuzione degli interventi non sarà significativamente rilevante. Infatti, l’attraente possibilità di poter eliminare cellule grasse attraverso la semplice aspirazione, non scoraggerà gli “amanti delle scappatoie”. Queste e altre cure anti-grasso, a volte sono molto pericolose e posso causare effetti collaterali rilevanti al punto che sono state messe al bando con un decreto dal Ministero della Salute francese, dopo che le autorità sanitarie avevano sollevato dei sospetti sui potenziali rischi per la salute dei pazienti. Ultimamente sono stati trovati altri metodi, meno invasivi della liposuzione chirurgica, come ad esempio la liposuzione ad acqua, o la tecnica del Coolsculpting, (una liposuzione con il ghiaccio), c’è da chiedersi se queste novità siano in grado di sfuggire ai risultati di questa recente scoperta. Tuttavia la tentazione sembra essere troppo forte per le persone che vogliono, senza sacrifici e senza stravolgere il proprio stile di vita, ottenere buoni risultati con il minimo sforzo pur sapendo che, dopo 12 mesi, si dovrà ricominciare tutto da capo.  Questo perché il corpo controlla il numero di adipociti allo stesso modo con cui controlla il totale del grasso. I ricercatori hanno scoperto che per ogni cellula di grasso che muore, ce n’è un’altra che si forma e che va a rimpiazzarla andandosi a posizionare da altre parti del corpo. Come dire: a madre natura non si sfugge. Indubbiamente uno stile di vita più sano, magari a costo di qualche piccolo sacrificio, è senza se e senza ma il modo migliore per perdere peso.

[Fonte:Cbsnews]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>