Botox. Un falso anti-età?

di Salvina 0

Il presidente della Società italiana di dermatologia plastica Antonino Di Pietro si è pronunciato in maniera inequivocabilmente contraria all’uso del botox per combattere i segni del tempo. L’esperto, intervenuto nei giorni scorsi al talk-show ‘In armonia tra salute e bellezza: donne oltre i 50′, organizzato dall’Osservatorio nazionale sulla salute della donna (Onda) a Milano, ha affermato infatti che la tossina antietà più amata dalle donne che proprio non accettano che il tempo segni loro i lineamenti è

Un falso antietà che sta rovinando generazioni di donne cinquantenni

Nel mirino di Di Pietro proprio la caratteristica più saliente del botulino, ovvero la sua capacità di paralizzare i muscoli del viso privandolo non solo delle rughe ma anche della propria piena espressività. E il rischio di ritrovarsi con un volto marmoreo, seppure più giovane all’apparenza, non riguarda solo le donne che si rivolgono a operatori poco esperti o capaci. E’ una costante che riguarda tutte le donne che si sottopongono a iniezioni di botox.


Di Pietro non manca inoltre di ricordare che la tossina botulinica è una sostanza velenosa che, secondo studi recenti, condotti proprio da ricercatori italiani, è in grado di diffondersi nell’organismo e raggiungere le terminazioni nervose. Per mantenersi giovani, afferma l’esperto, esistono altre soluzioni più adeguate e altrettanto efficaci. Ad esempio filler meno devastanti come le micro-iniezioni di acido ialuronico, che stimola la produzione di collagene senza privare il viso della propria naturale espressività.

Ma anche attraverso l’alimentazione è possibile mantenere la pelle più elastica: basta seguire una dieta equilibrata e ricca di vitamine e antocianosidi, contenuti, questi ultimi, nei frutti blu come more e mirtilli, che hanno un effetto benefico anche sulla circolazione sanguigna. Mentre per migliorare l’idratazione può essere utile incrementare il consumo di cibi ricchi di grassi omega-3 e omega-6, come il pesce azzurro o l’olio di borragine”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>