Troppo silicone…ed il sedere marcisce

di Valentina Cervelli Commenta

Indugiare con gli interventi di medicina estetica può essere deleterio per la salute. Nel vero senso della parola. La modella Andressa Urach, ex fidanzata di Cristiano Ronaldo lo sta sperimentando sulla propria pelle: le stava marcendo il sedere.

Un equipe di medici decisamente preparati nel loro lavoro ed un intervento tempestivo sono riusciti a salvarle le gambe senza bisogno di amputazioni, e stanno man mano portando le sue condizioni di salute ad un livello accettabile. Ma per una persona come la Urach, la quale basava il suo stesso lavoro sulla sua bellezza ed il suo sedere, non deve essere stato semplice affrontare tutto. E’ vero, si viene messi a conoscenza dei rischi prima di essere sottoposti ad un intervento estetico, ma siamo sicuri che la modella non si aspettava davvero una reazione del genere dalle iniezioni di idrogel e polimetil-metacrilato. che aveva chiesto le venissero fatte sul sedere per regalarle un tono ancora più importante.

Quando ci si fa iniettare dei filler o inserire delle protesi, non bisogna mai dimenticare che si tratta di corpi estranei al nostro corpo. E se con quest’ultime si può lavorare a seconda della tipologia con del materiale ipoallergenico e resistente, quando si tratta di filler, ovvero di sostanze iniettate, non si sa mai quale reazione potrà avere il nostro organismo.

In questo caso è accaduto l’impensabile: i due gel si sono fusi tra loro e con il tessuto muscolare portando la ragazza allo shock settico, ovvero al punto in cui l’organismo rischia di soccombere all’infezione instauratasi (in questo caso per le sostanze, N.d.R:) al punto tale di rischiare la vita. Lo ripetiamo: Andressa Urach è stata molto fortunata ad essere finita sotto le cure di sanitari competenti. La convalescenza non sarà velocissima per lei, e sicuramente dei segni rimarranno sulle gambe, operate dai medici per eliminare la causa dello shock.

Photo Credits | Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>