Come smettere di fumare grazie allo smartphone

di Valentina Cervelli Commenta

Smettere di fumare grazie ad uno smartphone è possibile. A pochi mesi dal lancio di iCoach, la app appositamente creata a tale scopo, è stato possibile verificare che una buona percentuale di coloro che hanno deciso di utilizzarla hanno effettivamente abbandonato le sigarette.

calendario e sigaretta spezzata

Parliamo di numeri che non possono essere sottovalutati: ben il 36% delle persone che hanno scaricato iCoach sono riusciti a fare a meno delle bionde. Pensare “domani smetto di fumare” è già un buon inizio: significa entrare nella mentalità giusta per pensare alla propria salute. Perché non approfittare di questa rinnovata coscienza e seriamente entrare nell’anno nuovo senza aver toccato una sigaretta per qualche tempo? Va bene anche fare un buon proposito natalizio ed smettere di fumare in concomitanza con le feste di Natale.

Non dobbiamo dimenticare che smettere di fumare apporta numerosi benefici alla salute: una migliore respirazione, una più ampia ossigenazione anche a livello cellulare che si traduce effettivamente in meno rughe sulla pelle, una maggiore libido sia nelle donne che negli uomini. Insomma: il miglioramento è immediato e tangibile.

E’ consigliato quindi dire addio al fumo definitivamente e farlo con iCoach, app in grado di motivare la persona e darle le giuste indicazioni.  E’ come avere sempre a disposizione un consulente in grado di indicare la via giusta per smettere di fumare senza farsi cogliere dalla frustrazione. Il fatto che si tratti poi di una applicazione gratuita è un fattore da non sottovalutare: può raggiungere in questo modo senza limitazioni chiunque abbia un dispositivo Apple o Android.

Ricordiamo la sua storia. Questa applicazione fu lanciata nel 2011 dalla Commissione Europea per promuovere i benefici di una vita senza sigarette ponendo all’utente degli obiettivi da raggiungere in tempi adatti allo stile di vita dello stesso. Dal 2011 sono state 457.958 le persone ad aver scaricato iCoach e, lo ripetiamo, ben il 30% di loro ha smesso di fumare. Numeri importanti. E rassicuranti.

Photo Credits | Pedro Bento / Shutterstock.com