Nuove regole sul fumo dal Ministero della Salute

di Valentina Cervelli 0

Il Ministero della Salute ha preparato una bozza del Decreto Legislativo contenente le nuove regole sul fumo di sigaretta ed il tabacco con il quale recepirà la direttiva europea emessa in tal senso qualche tempo fa.

L’Unione Europea ha infatti deciso per un approccio più duro nei confronti del fumo e delle sigarette ed ha intenzione di rendere il regolamento di riferimento uguale per tutti i paesi della comunità. Per tutti, Italia inclusa, vi saranno maggiori restrizioni ed avvertimenti più forti, puntando ad una maggiore protezione dai danni del fumo e concentrando la propria attenzione sui giovanissimi ed il loro rapporto con questo vizio.

Tra le nuove regole che entreranno in vigore vi sono il divieto di fumare in automobile se vi sono al suo interno bambini e donne incinte e negli spazi esterni dell’ospedale. Per ciò che riguarda la vendita vi sarà una stangata sui pacchetti da 10 sigarette data la maggiore attrattiva che hanno nei confronti degli adolescenti, anche grazie al loro minore costo: il loro commercio sarà vietato insieme a quello delle sigarette aromatizzate ed i prodotti con additivi che promettono “energia” e benefici per la salute.

Con i nuovi provvedimenti si cercherà di modificare anche l’aspetto dei pacchetti: il nome della marca sarà meno evidente, appariranno immagini shock a colori e verranno diffuse sugli stessi informazioni utili per chi vorrà smettere con il fumo. Non vi saranno più indicate le quantità di catrame, nicotina e monossido di carbonio perché considerate ingannevoli. Tra gli articoli, ben 38, del Decreto Legislativo, troveranno spazio anche le sigarette elettroniche: per loro è prevista una revisione in merito alla sicurezza. Sia per ciò che riguarda la loro tecnologie che il liquido utilizzato

Per quanto ancora la bozza debba passare al vaglio del Consiglio dei Ministri e delle commissioni parlamentari, il Codacons ha già fatto presente la necessità di inasprire le regole prese in considerazione come l’ipotesi di vietare il fumo negli stadi e nei ristoranti all’aperto, accompagnate da ulteriori rincari che possano disincentivare l’acquisto.

Photo Credits | wk1003mike / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>