Betabloccanti naturali, quali sono?

di Tippi Commenta

I betabloccanti sono farmaci in grado di ridurre il lavoro del cuore e sono utilizzati per la cura di svariate patologie, tra cui ipertensione, angina, scompenso cardiaco, infarto, aritmie cardiache, glaucoma, ma possono essere impiegati anche come trattamento per l’ansia. Tuttavia, al pari degli altri medicinali non sono esenti da effetti collaterali. Vediamo insieme quali sono i betabloccanti naturali.

I betabloccanti, come suggerisce il nome stesso, hanno il vantaggio di bloccare i recettori beta-adrenergici, proteine che hanno il compito di legare i neurotrasmettitori responsabili di veicolare le informazioni tra le cellule del sistema nervoso simpatico. È proprio il sistema nervoso simpatico, infatti, che risponde allo stress regolando la contrazione del cuore, la dilatazione di vasi sanguigni e coronarie, la pressione arteriosa e la degradazione nel fegato del glicogeno in glucosio.

La natura offre diversi rimedi che influenzano il sistema nervoso simpatico, migliorandone le prestazioni, quali:

  • Passiflora: è una pianta che ha un’azione rilassante sul sistema nervoso ed è molto utile in caso di ansia. S possono assumere 10 gocce di tintura madre, disciolte in poca acqua tiepida, 3 volte al giorno. Se usata nella dosi consigliate non causa effetti collaterali.
  • Camomilla: come la passiflora ha proprietà antispasmodiche (produce un rilassamento muscolare) grazie alla presenza di flavonoidi e cumarine. In modo particolare la camomilla agisce sulla muscolatura del sistema gasto-enterico ed è antinfiammatoria sulla mucosa dello stomaco. 1 tazza di camomilla è sufficiente per mantenere la pressione del sangue nel nostro corpo sotto controllo.
  • L-arginina: è tra i sostituti naturali più noti per i problemi cardiaci. Secondo gli studi scientifici, sotto forma di integratore può aumentare il rischio di infarto, tuttavia ci sono moltissimi alimenti che contengono naturalmente questa sostanza, come la lecitina di soia, l’alga spirulina, semi di zucca non salati, noci, mandorle, pistacchi, aglio e cipolla in polvere.
  • Succo di melagrana: è un altro rimedio utile nelle patologie cardiache grazie alla ricchezza di polifenoli, che agiscono come antiossidanti.

Photo Credit| Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>