Mancanza di ferro, un aiuto dalle alghe

di Tippi Commenta

La mancanza di ferro, è un disturbo molto diffuso. Il primo aiuto arriva sicuramente dall’alimentazione, a seguire ci sono gli integratori naturali, come alcuni tipi di alga, utili a sostenere l’organismo nei momenti di maggior fabbisogno di ferro.

Il ferro è un elemento per la nostra salute, dal momento che entra nella costituzione dell’emoglobina, della mioglobina e di alcuni enzimi. Il ferro, infatti, assolve a diversi compiti, come il trasporto di ossigeno nel sangue, il trasferimento di elettroni nella catena respiratoria, la produzione di vitamina A e la trasmissione degli impulsi nervosi.

Fattori che predispongono l’individuo alla carenza di ferro

  • dieta povere di carne e basate soprattutto su cereali integrali e verdure;
  • dieta eccessivamente ricca di crusca;
  • insufficiente assorbimento;
  • eccessive perdite ematiche;
  • gravidanza e allattamento;
  • sport.

La carenza di ferro è un problema piuttosto frequente, non solo in Italia. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, ne soffrono 600-700 milioni di persone al mondo. La carenza di ferro riduce le funzionalità del cervello, peggiorando la memoria e la capacità di apprendimento. Durante la gravidanza, inoltre, la mancanza di ferro può rallentare la crescita cerebrale del bambino.

Il ferro è contenuto in molti alimenti, sebbene il nostro organismo riesca ad assorbirne solo un piccola percentuale. Gli integratori, perciò, possono un valido alleato per reintegrare questo minerale così importante.

Integratori naturali per la carenza di ferro

Microalga Spirulina: l’alga spirulina è ricca di ferro organico caratterizzato da alta biodisponibilià. Secondo numerosi studi, per tipologia e quantità, il ferro della spirulina è in grado di competere con il ferro contenuto nella carne.

Alga Clorella: si tratta di una microalga verde di acqua dolce, con una composizione cellulare simile a quella dei globuli rossi dell’uomo. Contiene molta clorofilla, tanto che rispetto ai vegetali a foglia verde ne ha da 10 a 100 volte di più. Per questo motivo è utile per incrementarne la formazione dell’emoglobina, responsabile del trasporto dell’ossigeno nei tessuti.

Articoli correlati:

Anemia da carenza di ferro e alimentazione
Ferro, limitarne la carenza nei giovani
Il ferro in gravidanza