Allarme farmaci contraffatti on-line: a rischio pillole blu e salvavita

di Paola 2

Ben quattro miliardi di confezioni di medicinali falsi sono state sequestrate nel solo 2007.
Le conseguenze di ingenti quantità di farmaci tarocchi in circolo sul mercato non sono certo trascurabili.
I rischi per la salute di sostanze medicinali contraffatte possono essere, infatti, molto gravi.

Gli pseudofarmaci finiscono nelle case degli italiani a causa soprattutto delle vendite on-line.
A essere maggiormente acquistati in rete sono medicinali contro la disfunzione erettile, forse per un imbarazzo degli ammalati a rivolgersi ad un andrologo, prima di assumere le pillole dell’amore.


L’allarme sulle false pillole blu è stato lanciato dalla Societá italiana di andrologia. (Sia).
L’acquisto di questi medicinali in Italia è subordinato alla prescrizione mediante ricetta medica.
Non è un caso, dal momento che per assumere queste sostanze è necessario prima sottoporsi ad un adeguato controllo per valutare lo stato di salute generale e la terapia più adatta a risolvere il problema.
Eludere il controllo non è come evitare un posto di blocco della polizia.
Comprare pillole blu su internet e assumerle senza visita medica preventiva, significa eludere sè stessi, minare la propria salute e correre gravi rischi del tutto gratuiti.

I farmaci sequestrati dalle autorità nell’arco del 2007, ben 4 miliardi di confezioni, contenevano sostanze tossiche, principi attivi in dosi elevate o errate o nulle.
Le conseguenze derivanti dall’assunzione di farmaci tarocco vanno dallo sviluppo di disturbi psichiatrici, all’insorgenza di tumori, cardiopatie e infezioni.

Il presidente e vice presidente Efpia, Arthur Higgins e Jean François De Hecq, avvertono che a gestire il traffico illegale di farmaci sono le stesse organizzazioni mafiose che controllano il mercato degli stupefacenti.
Acquistare pseudofarmaci on-line, non solo è pericoloso per la salute, ma contribuisce ad arricchire il bottino della malavita.
Il nostro consiglio è di rivolgervi al vostro medico prima di iniziare terapie fai-da-te con medicinali acquistati ingenuamente come caramelle.

Commenti (2)

  1. Per ogni più piccolo problema di salute, corriamo al pronto soccorso sovraccarico di codici bianchi che, tra l’ altro impediscono ai medici di lavorare con un minimo di serenità e, poi ci lasciamo imbonire da siti anonimi che vendono ogni sorta di cosiddetti medicinali.. forse per evitare il medico di famiglia o, per comodità, per stupidità.
    Come si vede dal mio nome sono una donna..per un certo periodo sono stata bersagliata da offerte di Viagra, addirittura ho ricevuto, dato che asserivano essere io un buon consumatore! lo sconto!!!!!!!!!
    La scuola, la televisione, i giornali ci mettono in guardia, che necessita ancora?
    Il controllo pacchi alla posta?
    Poi sento dire che la stato è invasivo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>