Apparecchi acustici: le proposte del mercato

di Redazione Commenta

Si stima che circa l’8% della popolazione italiana soffra di quale tipo di ipoacusia. Questo termine indica tutte le problematiche correlate alla diminuzione dell’udito, di qualsiasi genere. Le cause della sordità sono svariate, alcune facilmente risolvibili con l’utilizzo di farmaci o tramite specifici interventi chirurgici. In buona parte dei casi invece solo l’apparecchio acustico consente di recuperare l’udito, almeno in parte.

Le cause della sordità
La sordità, o meglio ipoacusia, si manifesta per moltissime cause diverse. Alcuni soggetti nascono con malformazioni o malfunzionamenti dell’apparato uditivo, altri soggetti invece hanno problematiche di tipo degenerativo, anche ereditarie. Detto questo un’elevata percentuale di soggetti affetti da ipoacusia hanno un’età elevata. In effetti il nostro apparto uditivo va incontro a un fisiologico deterioramento, che può cominciare a dare i primi sintomi già intorno ai 45-55 anni. In moltissimi casi sono le persone anziane che soffrono di questo tipo di problema, in molti casi perché sono giunti a una diagnosi con un certo ritardo.

Come funziona l’apparecchio acustico
In tutti i casi in cui le problematiche correlate alla perdita dell’udito non sono curabili, farmacologicamente o chirurgicamente, si utilizzano appositi apparecchi acustici. Contattando un esperto Audibel è possibile prenotare un esame audiometrico, durante il quale si evidenziano possibili problemi all’udito e si valuta l’eventualità di utilizzare un apparecchio acustico per la loro soluzione. Anche se sono disponibili diversi modelli di apparecchio acustico, la sostanza è più o meno sempre la stessa. Si tratta in pratica di un altoparlante da inserire all’interno del condotto uditivo, a volte con anche una parte esterna che funge da amplificatore e da microfono dei suoni che si verificano nell’ambiente. Questo altoparlante ha il compito di ritrasmettere i suoni al soggetto affetto da ipoacusia, elevandone il volume.

Perché indossare l’apparecchio acustico
Come abbiamo detto l’apparecchio acustico permette di amplificare i suoni, in modo che il soggetto ipoudente li possa avvertire in modo corretto. Utilizzare questo tipo di apparecchiatura permette nella maggior parte dei casi di riappropriarsi della capacità di sentire, almeno in buona parte. Avvertire i suoni significa anche poter ascoltare una conversazione, capire quando qualcuno ci parla, rispondere a tono a una domanda che si è compresa in modo corretto. Questo permette all’ipoudente di avere una qualità della vita ottima, anche se la sua ipoacusia è di grado elevato. Per altro senza la corretta stimolazione l’apparato uditivo tende a deteriorarsi molto più rapidamente; in pratica indossare regolarmente l’apparecchio acustico permette di rallentare eventuali degenerazioni, che potrebbero portare anche alla sordità totale.

Quanto costa un apparecchio acustico
Oggi in commercio sono disponibili numerosi modelli di apparecchio acustico. Il costo non è elevatissimo, anche perché si deve considerare che si tratta di apparecchiature di lunga durata; spesso il medesimo apparecchio acustico può funzionare senza problemi anche per più di 10 anni, continuativamente. Chi utilizza questo ausilio deve soli ricordarsi di effettuare la regolare manutenzione, che comporta la verifica e la pulizia di tutte le parti dell’apparecchio acustico. Oltre a questo è necessario sostituire periodicamente le piccole pile che si trovano all’interno dell’amplificatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>