Ascite terapia e prognosi

di Cinzia Iannaccio Commenta

Ascite è il termine medico che indica un accumulo di liquido nell’addome. Tale condizione ha diverse possibili cause, molto diverse tra loro tra cui l’insufficienza cardiaca, il tumore intestinale e la cirrosi epatica da alcolismo. Tutte patologie molto serie. E’ quindi un campanello d’allarme molto importante. Fondamentale quando ci si ritrova in tale situazione è dunque togliere il liquido ed avviare una diagnosi. Ecco quello che occorre sapere al riguardo.

Ascite terapia e prognosi

Terapia per eliminare il liquido nella pancia

In caso di ascite grave, ovvero di un grande accumulo di liquido nell’addome è necessario sottoporsi ad una paracentesi. Questa pratica consiste nell’aspirazione dei liquidi dalla cavità peritoneale. Il liquido può essere in tal caso anche esaminato in laboratorio per capirne alcuni aspetti e cercare di avviare una diagnosi. Nei casi più lievi si può procedere con farmaci diuretici ed una dieta a basso contenuto di sodio oltre che ovviamente alla cura della patologia scatenante. Tutto dipende dalla causa.

Prognosi

Quando la patologia sottostante si può individuare e curare l’ascite, eliminati i liquidi, si risolve e ci si limita ad un monitoraggio per evitare recidive. Quando la cura della malattia di base non è possibile il trattamento dell’ascite addominale si concentrerà sulla riduzione del disagio che provoca. Purtroppo, questa condizione significa spesso gravi condizioni sottostanti ed una più breve e complicata aspettativa di vita.

 

 

Leggi anche:

Liquido nella pancia (ascite) quali cause?

 

 

Foto Thinkstock