Anti-concezionali fai da te. Aumentano il rischio di aborto volontario e danneggiano la sessualità

di Salvina 4

Il dato può sembrare stupefacente ma sembra proprio che i giovani sotto i diciotto anni, nonostante appaiano più disinibiti di un tempo, in materia di sessualità siano veramente pochissimo informati. A lanciare l’allarme i ginecologi italiani dal Congresso Europeo di ginecologia e ostetricia tenutosi nei giorni scorsi a Lisbona. Gli esperti affermano, tra l’altro che un buon 30% di under 18 fa ricorso a metodi anticoncezionali a dir poco improbabili nella convinzione, del tutto erronea, che facendovi ricorso si possano evitare gravidanze indesiderate: i metodi escogitati non solo sono del tutto inutili dal punto di vista anticoncezionale ma sono anche dannosi per la salute (ne sono un esempio lampante le lavande vaginali a base di cola) e per lo sviluppo di una sana sessualità (rapporti volutamente brevissimi). Il rischio è che aumentino in maniera notevole le interruzioni volontarie di gravidanza tra le giovanissime, oltre naturalmente la diffusione di malattie a trasmissione sessuale (si pensi al preservativo, che può proteggere da entrambe le eventualità).


I giovani hanno informazioni carenti e lacunose sia a causa della mancata educazione sessuale da parte dei genitori sia per la totale carenza di interventi scolastici che vadano in questo senso. Preoccupanti anche le convinzioni, veramente d’altri tempi, di molte giovanissime che ritengono non si possa rimanere incinta la “prima volta” o che basti astenersi dall’orgasmo (un altro esempio di sessualità non sana) per rendersi infertili. Di contro però molte di esse sono ancora, incredibilmente, convinte si possa restare incinta scambiandosi un bacio. Alla luce di questi dati, a dir poco sconfortanti, la Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia (SIGO) intende avviare, in collaborazione con il Ministero della pubblica istruzione, un programma di educazione sessuale nelle scuole. Intanto è già stato distribuito l’8 marzo in alcune piazze italiane, e lo sarà ancora nei prossimi giorni nelle discoteche e ai concerti, un vademecum per proteggere i ragazzi da tutte le dicerie infondate in tema di sessualità e prevenzione di gravidanze indesiderate intitolato appunto: “Sesso senza sorprese. Tutto quello che (non) devi sapere per non rimanere incinta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>