Potassio alto nel sangue (o ipercaliemia), che significa?

di Cinzia Iannaccio Commenta

Durante alcune analisi del sangue di routine il medico può richiedere anche la valutazione del potassio. A cosa serve e cosa significa quando è alto?? Scopriamolo insieme.

Cos’è il potassio

Il potassio è un minerale molto importante per l’organismo ed in particolare per i nervi ed i muscoli, cuore compreso. Si trova all’interno delle cellule ed insieme al sodio (che invece è extracellulare) controlla di fatto gli stimoli neuro muscolari, il ritmo cardiaco, la pressione ed il corretto equilibrio dei liquidi (è-come il sodio- un minerale definito “elettrolita”. Quando è troppo o troppo poco, possono esserci in corso o svilupparsi a breve problemi di salute. A mantenere in equilibrio questi minerali ci pensano i reni ed altri organi che in caso di eccesso ad esempio provvedono alla loro espulsione con l’urina e soprattutto il sudore. Quando questo meccanismo si inceppa ci si trova un accumulo troppo alto di potassio nel sangue. In tali casi si parla di potassio alto o iperkaliemia.

 

Valori giusti di potassio

Valori normali di potassio nel sangue devono oscillare tra  i 3,6 e 5,2 millimoli per litro (mmol / L). Un livello di potassio superiore a 5,5 mmol / L è criticamente alto, e un livello di potassio sopra 6 mmol / L può essere addirittura pericoloso per la vita. Piccole variazioni sopra o sotto i livelli normali possono dipendere dalla metodologia impiegata dal laboratorio analisi a cui ci si è rivolti e non devono destare preoccupazione, ma solo attenzione. Il consiglio in questi casi è di ripetere il test dopo poco tempo. Se invece i valori sono altissimi occorre rivolgersi subito al proprio medico curante.

 

Potassio alto, quali cause?

In genere questo test viene suggerito per controllare la funzionalità renale e surrenale oltre quella cardiaca ed una eventuale condizione di disidratazione, tutte condizioni di cui i livelli elevati possono essere un campanello d’allarme. Queste nel dettaglio tutte le cause più comuni:

  • Insufficienza renale (se i reni non funzionano non riescono a rimuovere il dovuto potassio in circolo che dunque si accumula nel sangue)
  • Disidratazione
  • Diabete di tipo 1
  • Morbo di Addison
  • Emorragia interna
  • Traumi
  • Alcuni farmaci.

 

 

Tra i farmaci che provocano potassio alto troviamo:

  • Alcuni chemioterapici
  • (ACE), inibitori dell’enzima di conversione dell’angiotensina
  • Antagonisti del recettore dell’angiotensina
  • Supplementi nutrizionali

 

Anche l’uso e l’abuso di alcol e droghe può aumentare i livelli di potassio a un intervallo più alto del normale e addirittura pericolosi.

 

Leggi anche:

Potassio alto: cause, sintomi, terapia e cosa mangiare | MedicinaLive

Ipercaliemia | MedicinaLive

Foto: Thinkstock

 

Fonte: Healthline

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>