Sogni? Dipende dalla chimica

di Valentina Cervelli Commenta

Come si ricordano i sogni ed il loro essere più o meno vividi? Dipende dalla chimica. Così sostengono i ricercatori del dipartimento di psicologia dell’Università della Sapienza di Roma, in collaborazione con gli esperti dell’ateneo dell’Aquila e dell’IRCCS Santa Lucia.

Le conclusioni pubblicate sulla rivista di settore “Human Brain Mapping” mostrano come gli scienziati siano stati in grado di individuare il meccanismo chimico specifico del cervello che si occupa della loro tipologia di manifestazione. Ed è lo stesso che deciderebbe la capacità di riportare alla memoria ciò che si è sognato: in alcuni casi in modo molto vivido ed in altri appena accennato. Quello dei sogni è un mondo ancora tutto da esplorare a livello scientifico: non sono mancati negli anni studi relativi alla loro composizione e nascita, ma sempre maggiori risultati si stanno raggiungendo ora con il progresso dei macchinari diagnostici a disposizione.

Per provare le loro tesi i ricercatori italiani hanno utilizzato la risonanza magnetica funzionale per mappare l’attività del cervello ed hanno scelto come campione del proprio studio un gruppo di persone affette da  Parkinson: la carenza di dopamina prodotta dall’encefalo dei pazienti ha reso possibile comprendere se vi fosse un effettiva implicazione del neurotrasmettitore nella sfera onirica come si è sempre sospettato e se una sua modulazione potesse portare a modificare quanto e come le persone sognano.

Grazie alla tecnica di imaging si è riusciti a verificare il comportamento chimico di alcune aree del cervello, avendo riprova dell’implicazione della dopamina e di come la stessa, a seconda della quantità portasse a ricordare in modo più o meno vivido i sogni. Tale risultato sarà utile in futuro nell’approccio alla malattia di Parkinson, ma al contempo apre uno spiraglio di conoscenza nei confronti di uno dei comportamenti più affascinanti del cervello: il sognare. Mettendo da parte la psicologia soggetto dei sogni, ora abbiamo la certezza che molto del loro manifestarsi dipende da specifici processi chimici.

Photo Credits | Yuganov Konstantin / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>