Cura della carie: con la molecola Keep 32

di Tippi Commenta

E’ stata scoperta una molecola, chiamata Keep 32, in grado di uccidere i batteri responsabili della carie.  A renderlo noto sono un team di ricercatori della Yale University negli Usa, che hanno collaborato con l’Università di Santiago del Cile. Gli esperti, inoltre, hanno appena chiesto il brevetto per poterla immettere sul mercato a partire dal prossimo anno.

La nuova molecola, chiamata così in riferimento ai denti, 32 per l’appunto, è in grado di eliminare il batterio che metabolizza lo zucchero in acido lattico in grado di dissolvere lo smalto dei denti, lo Streptococcus mutans. In questo modo, infatti, il problema della carie potrebbe essere eliminato alla radice.

Come hanno spiegato gli studiosi:

Abbiamo scelto questo nome poichè la molecola aiuta a mantenere la salute di tutti e 32 i denti. Gli attuali sistemi di protezione, come il fluoro, rinforzano lo smalto dentario, mentre questa molecola elimina direttamente il problema alla fonte. Ora siamo in attesa di un via libera per i trial clinici. La molecola si è dimostrata molto versatile, e potrebbe essere aggiunta a dentifrici, collutori, gomme da masticare e perché no, perfino ai dolci.

Nei test condotti durante la fase di sperimentazione, che è durata in tutto 7 anni, la sostanza si è rivelata in grado di distruggere i batteri colpevoli della carie in soli 60 secondi. La scoperta potrebbe davvero rivoluzionare la vita di chi si ritrova con problemi di carie, un processo distruttivo che va a danneggiare proprio i tessuti duri del dente, intaccando inizialmente lo smalto e poi perforandolo sino ad arrivare alla polpa del dente, ricca di terminazioni nervose e vasi.

Si stima che circa il 90% della popolazione a livello mondiale ne soffra almeno 1 volta nella vita.  Non è da sottovalutare il suo costo sociale, inoltre, che è piuttosto elevato. Ottime notizie, dunque, per chi detesta andare dal dentista, in primis i bambini.

Photo Credits|ThinkStock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>