Dialisi, come funziona e durata

di Valentina Cervelli Commenta

Come funziona la dialisi e quale è la sua durata? Quando l’insufficienza renale fa calare la funzionalità dei reni dell’85%-90%, il paziente necessita di espellere dal corpo le scorie ed i liquidi che gli organi non sono più in grado di eliminare. Tale processo serve proprio a questo.

Come funziona la dialisi

Per capire come funziona la dialisi è prima di tutto necessario capire che ne esistono due tipi: la dialisi peritoneale e l’emodialisi.  La differenza tra le due consta nel diverso approccio al filtraggio delle tossine e la scelta di una rispetta all’altra è legata alla casistica ed alla tolleranza del paziente. in entrambi i casi le procedure sono pensate per sostituire quelle funzioni che i reni non sono più in grado di gestire: rimozione delle tossine, dei liquidi in eccesso e mantenere in equilibrio gli elettroliti.

Entrando nello specifico della procedura, una membrana semipermeabile separa il sangue dal liquido di dialisi. Essa agisce come un filtro consentendo il passaggio di alcune sostanze e bloccandone altre attraverso il processo di diffusione eliminando le scorie dal flusso ematico. Migliore sarà l’irrorazione di sangue alla membrana, più efficiente risulterà la dialisi. In caso di emodialisi l’irrorazione sopracitata sarà controllata dalla macchina. Mentre i principali passaggi di filtraggio del sangue sono comuni a tutte e due le tecniche, la rimozione dei liquidi in eccesso avviene in modo differente tra emodialisi e dialisi peritoneale. La prima utilizza un sistema basato sulla pressione, la seconda uno di tipo chimico, utilizzando il glucosio.

Durata della dialisi

La dialisi è un trattamento che, nella maggioranza dei casi, deve essere eseguito per tutta la vita una volta che s è stabilità la necessità della stessa, a meno che non vi sia la possibilità di sottoporsi ad un trapianto di reni o si riscontrino notevoli miglioramenti nella malattia renale. Ogni seduta dura dalle 3,5 alle 5 ore a seconda di diversi fattori relativi al paziente, da eseguire 3 volte alla settimana.

Potrebbero interessarti:

Dialisi, arriva rene artificiale indossabile?

Insufficienza renale cronica, stadi e sintomi

Fonte | National Kidney Foundation

Photo Credit | Wikipedia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>