5 segreti per prendersi cura della propria igiene orale nella terza età

di Redazione Commenta

Prendersi cura della propria igiene orale nella terza età non è cosa da poco. Spesso di pensa che raggiunta una certa età, non si ha più bisogno di prendersi cura della propria bocca, soprattutto se si porta la dentiera o delle protesi. Ma la cura del cavo orale in età avanzata non va trascurata, non soltanto per un fattore estetico, ma anche e soprattutto perché le patologie della bocca possono incidere anche in maniera significativa sulla salute generale di tutto il corpo.

Secondo alcune statistiche effettuate in Italia, molte persone con età superiore ai 65 anni trascurano la propria igiene dentale causando così la formazione di malocclusioni e difficoltà a masticare, ma anche la formazione di patologie del cavo orale più gravi come la recessione gengivale o di altre condizioni patologiche reumatiche e infettive, dovute alla proliferazione dei batteri nella bocca non adeguatamente trattati con una routine di igiene orale.

Anche la mancanza di uno o più denti nelle arcate dentarie non adeguatamente sostituiti tramite terapie protesico-riabilitative può essere, in molti casi, la causa responsabile dell’aggravamento di disturbi e dolori muscolari e/o scheletrici.

Inoltre, altri studi effettuati negli ultimi anni, affermano che alcune malattie dentali come la parodontite, possono essere strettamente correlate all’aumento di casi di deficit cognitivo o, addirittura, di demenza senile.

Quali sono le cause che portano alla caduta dei denti nell’anziano?

Tra le principali cause della caduta dei denti in una persona anziana, troviamo sicuramente la parodontite, conosciuta anche come piorrea, il secondo e più grave stadio del disturbo gengivale.

Questa malattia è un’infezione batterica che colpisce il parodonto, cioè i tessuti, le gengive, il legamento parodontale e l’osso alveolare che circondano i denti e li sostengono, e si sviluppa quando la mancanza o scorretta igiene orale permette l’accumularsi della placca batterica. I batteri accumulati vanno a danneggiare i tessuti, provocando la separazione delle gengive dai denti fino ad arrivare a causare l’erosione dell’osso stesso, causando così la perdita dei denti.

Prendersi cura della propria igiene orale è quindi fondamentale anche in età avanzata, così da eliminare sempre tutti i batteri presenti nella bocca e che possono essere fonti di malattie del parodonto.

Una scarsa igiene orale può essere causa anche della formazione di carie che, se non trattate in tempo, arrivano a distruggere il dente causando molto dolore.

Ma piorrea e carie non sono le uniche condizioni che causano la perdita dei denti in una persona anziana (e non solo). Anche il diabete, infatti, può causarne la perdita considerando che rende i soggetti diabetici maggiormente soggetti a infezioni nel cavo orale.

Anche il fumo di sigaretta può causare la perdita dei denti, favorendo la proliferazione dei batteri in bocca generando così gengiviti e parodontiti. Oltre a causare la perdita dei denti e a macchiarne lo smalto, il tabacco influisce negativamente anche sugli impianti e può causare la formazione dei tumori al cavo orale, soprattutto nella terza età.

Oltre alla piorrea e al fumo di sigaretta, a causare il problema della perdita dei denti, è anche il bruxismo, una patologia che porta a digrignare involontariamente i denti, soprattutto durante la notte. Questa patologie, se non trattata correttamente tramite l’uso di bite (una mascherina in resina trasparente), può causare con il tempo la parziale o totale erosione dei tessuti dentali.

Quali sono i 5 segreti per prendersi cura della propria igiene dentale in terza età e prevenire la caduta dei denti?

Anche se la caduta dei denti in età avanzata è un processo a volte inevitabile, è comunque possibile prevenire e curare molti disturbi e malattie a carico di denti e gengive, e lo si può fare seguendo alcune regole:

  1. Il modo migliore di evitare la caduta dei denti, così come gran parte delle patologie legate al cavo orale, è sicuramente quello di prendersi cura tutti i giorni della propria igiene orale. La prima regola da seguire è quindi quella di lavarsi i denti tutti i giorni dopo ogni pasto, utilizzando non solo spazzolino e dentifricio, ma anche filo interdentale e collutorio. Lo stesso vale per chi utilizza dentiera o eventuali protesi;
  2. Importante è anche recarsi dal dentista per una visita di controllo almeno una volta ogni sei mesi ed effettuare, almeno una volta all’anno, un’ablazione o detartrasi;
  3. Per scongiurare la formazione della parodontite sarebbe opportuno smettere di fumare, o almeno ridurre drasticamente il consumo di tabacco;
  4. Un altro suggerimento è quello di portare, durante la notte, un bite per chi digrigna spesso i denti, così da evitare di consumare lo smalto dentale;
  5. Fondamentale, per la salute del cavo orale così come per la saluta dell’intero organismo, è mantenere un’alimentazione varia e bilanciata così da garantire la giusta assimilazione di tutte le sostanze nutritive necessarie al benessere del nostro corpo.

Può capitare a volte che una persona anziana non sia più in grado di prendersi cura della salute della propria bocca in maniera autonoma, a causa di una scarsa manualità o di patologie mediche, è quindi consigliabile provare ad aiutarla, anche chiedendo consiglio ad un igienista dentale o al dentista di fiducia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>