Anziani alla guida: sono pericolosi?

di Valentina Cervelli 3

Anziani al volante, sono pericolosi? E’ una domanda che ciclicamente i più giovani e i medici sono costretti a porsi, soprattutto in seguito al numero di incidenti che coinvolgono gli over 75 alla guida dell’automobile. Cerchiamo di rispondere a questo quesito attraverso due differenti studi in materia.

Le statistiche raccolte dalla Commissione Europea propenderebbero verso una risposta positiva, visto che il tasso di incidenti mortali tra coloro con più di 75 anni è cinque volte superiore alla media rispetto alle persone più giovani e la probabilità di subire lesioni gravi è doppia se confrontata con gli under 65. La ricerca pubblicata sulla rivista di settore Journal of the American Geriatric Society mette decisamente il punto sulla necessità, sebbene si possa ancora valutare l’attenzione degli anziani e la loro capacità di guida caso per caso, di modificare quelli che sono i test di riferimento per considerare una persona abile alla guida. Solo in questo modo si potrà stabilire l’idoneità alla patente in maniera giusta per tutti.

Più secca al contrario la posizione della Società Italiana di Gerontologia e Geriatria, che spiega, sempre attraverso uno studio dedicato recentemente condotto come il 50% degli ultrasettantacinquenni è privo dei requisiti necessari per stare al volante in sicurezza, sia per lui che per gli altri. In questo caso i ricercatori italiani hanno preso in considerazione un gruppo di alcune decine di anziani valutandone i riflessi e le condizioni fisiche, comparando il tutto con interviste ai famigliari ed eventuali multe prese nel periodo dei tre anni precedenti al test ed i chilometri percorsi. In un quinto dei casi sono stati rilevati evidenti sintomi di declino cognitivo e mancanza di riflessi nel 50% delle persone analizzate. In percentuali variabili sono poi comparsi disturbi del sonno e difetti visivi.

Tutte condizioni da non ritenere perfettamente compatibili con l’attività di guida. In base alla vostra esperienza personale ed ai dati da noi presentati, secondo voi un anziano dovrebbe essere considerato “pericoloso” a prescindere? Dovrebbe esservi un limite di età al rinnovo della patente?

Photo Credit | Thinkstock

Commenti (3)

  1. ho 81 anni guido l’ auto sin dal 1952 non ho mai avuto incidenti importanti, solo qualche lieve tamponamento urbano o cosette del genere,mai avuto multe per eccesso di velocità o per guida scorretta , assicurazione con classe di merito 0 ( zero) il prossimo 8 febbraio dovrò rinnovare la patente per scadenza , per quanti anni mi sarà rinnovata? e a quali esami dovrò sottopormi Grazie

    1. InteressaNTE QUESITO A CUI NON SAPPIAMO RISPONDERE…SE NON CRCANDO ONLINE su siti più specializzati. Come questo di quattroruote https://www.quattroruote.it/notizie/burocrazia/patente-rinnovo-piu-semplice-per-gli-ultraottantenni
      La risposta sarebbe: validità ogni 2 anni con la visita specialistica presso il medico abilitato, come da solito codice della strada. L’articolo fa riferimento ad una legge in vigore dal febbraio 2012, non so se sia cambiata nel frattempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>