Adenoma prostatico, tutte le cure e la dieta

di Valentina Cervelli Commenta

L’adenoma prostatico è un ingrossamento della prostata causato dall’aumento di dimensioni delle sue cellule. Questa crescita crea una formazione che la comprime causandone il gonfiore. Vediamo insieme tutte le cure che è possibile applicarle e la dieta da seguire.

Cure dell’adenoma prostatico

L’iperplasia benigna della prostata può essere approcciata in diversi modi, nella speranza di portare allo sgonfiamento della stessa. Vediamo quali sono.

Approccio olistico

Evitare lo stress, assumendo contemporaneamente del magnesio citrato e dell’oligoelemento di zinco e modificando la propria dieta.

Farmaci

Dopo la sottomissione ad una visita specialista, il medico prescrive solitamente una terapia a base di alfa bloccanti che aiutano la muscolatura liscia della prostata favorendo il suo rilassamento ed una diminuzione della contrazione, contestualmente ad un medicinale che agisce sulla trasformazione del testosterone in DHT.

Operazione chirurgica

L’intervento in caso di adenoma prostatico è previsto nel caso in cui con un approccio farmacologico non si siano ottenuti risultati soddisfacenti. Esso viene eseguito attraverso la classica resezione endoscopica trans uretrale della prostata, conosciuta sotto il nome di Turp. Si tratta dell’operazione più diffusa ed efficace, ma sono molte le nuove tecniche adottate nei centri specializzati basate sull’utilizzo del laser.

Dieta da seguire per l’adenoma prostatico

Si può approcciare l’iperplasia benigna della prostata anche attraverso un cambiamento dello stile di vita e dell’alimentazione. E’ quindi consigliata una moderata attività fisica e una dieta specifica. In particolare bisogna dare spazio a frutta e verdure con una particolare predilezione per i pomodori. Essi contengono infatti il licopene, un antiossidante che ha mostrato di avere forte potere di protezione nei confronti della salute della prostata.

E’ inoltre importante ridurre il consumo di cibi grassi e di carni rosse mentre vi è bisogno di consumare fibre, cereali e alimenti che contengano vitamina A, E, e C. Per ciò che concerne i “liquidi”, è necessario dire totalmente no agli alcolici e bere almeno due litri di acqua al giorno, magari facendo attenzione a non consumarne troppa la sera.

Photo Credits | Image Point Fr / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>