Eiaculazione retrograda, cause diabete o psicofarmaci?

di Cinzia Iannaccio 0

Richiesta di Consulto Medico
Salve sono un uomo di 36 anni, ed ho riscontrato questo problema (Eiaculazione retrograda ) da circa 1 mese e mezzo, quando ho rapporti sessuali o mi masturbo, non esce lo sperma,e ho anche un orgasmo (piacere) ridotto,mentre prima usciva regolarmente. La mia anamnesi, è che soffro di Diabete tipo 1, in trattamento insulinico,e  inoltre da qulche mese sto assumendo anche farmaci “antipsicotici” ed “antidepressivi” come il “Nozinan” e la “Mirtazapina”. Leggendo un po su internet ho visto che questo tipo di problema può essere causato da diversi fattori ,tra cui appunto questo tipo di farmaci che sto assumendo (e che ora da 2 giorni ho smesso di prendere appunto per vedere se siano questi a portarmi questo disturbo,o meno) e poi ho letto che anche chi soffre di Diabete può avere questo disturbo se il diabete è scompensato come il mio (più o meno!) ma in linea generale adesso ho trovato un compenso discreto x il diabete!…….

 

……..Comunque mi rivolgo a lei per sapere se questo disturbo è risolvibile o meno! Io voglio tornare ad emettere il mio sperma come prima, lei pensa sia possibile? O ci vuole qualche intervento chirurgico nelle peggiori delle ipotesi? Come devo comportarmi?E tra quanto potrò notare dei miglioramenti se il disturbo è provocato da questi farmaci che assumevo? Sono molto in ansia per questo disturbo ,sono demoralizzato e sto soffrendo x la mia vita sessuale! Inoltre volevo sapere se esistono anche farmaci per farmi tornare ad eiaculare e che nome hanno? Mi faccia sapere dottore! La ringrazio anticipatamente e aspetto con ansia una sua risposta! GRAZIE!!!!

 

 

Specializzazione Andrologia
Tipo di Problema Eiaculazione retrograda

 

Risponde il Dr. Mario Francesco Iasevoli, medico- chirurgo, andrologo, specialista in Endocrinologia e Malattie del metabolismo. Per appuntamenti Email: [email protected] Segreteria cell. 3458092414. Riceve a Pompei (Na), in Via Roma,81. Si prega di utilizzare il numero telefonico ESCLUSIVAMENTE per appuntamenti e non per richieste di ulteriori consulti.

 

Salve , in effetti la eiaculazione retrograda cosi come l’aspermia sono effetti collaterali dei farmaci suddetti oltre che complicanze del diabete; non si può prevedere se sia risolvibile, dipende dal danno causato sui nervi del pene dal diabete; l’eiaculazione potrebbe migliorare ma non guarire del tutto oppure il problema potrebbe verificarsi in maniera discontinua; nemmeno un intervento potrebbe aiutarla essendo un problema di regolazione neuromuscolare; se invece la causa sono i farmaci dopo un mese dovrebbe notare i primi miglioramenti; nemmeno esiste una terapia farmacologica specifica; potrebbe provare a prendere dei neuromodulatori quali Pregabalin che possono aiutare la conduzione nervose e quindi anche la funzionalità sessulae, ma sarebbe un mero tentativo

Cordiali saluti

 

 

 

Leggi qui tutte le risposte del Dottor Mario Francesco Iasevoli

 

 

Per porre altri quesiti ai nostri specialisti potete visitare la pagina “Chiedi all’esperto, Consulti online su Medicinalive” ed inviare la domanda attraverso il form specifico.

E’ doveroso da parte nostra ricordare e sottolineare che non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie : Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

Foto: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>