Infiammazione nervo pudendo, quale cura?

di Cinzia Iannaccio 0

 

Richiesta di Consulto Medico

“Salve, circa due anni fa ho subito un intervento di adenomectomia prostatica trans vescicale per ipertrofia prostatica .Dopo circa un anno dall’intervento ho avvertito forti e persistenti dolori all’uretra che si propagano fino al glande, dopo varie visite, cure inutili ed indagini (urotac ,tamponi uretrali ecc.) che hanno dato esito negativo mi è stato diagnosticato (dopo altri 8 mesi) un’infiammazione del nervo pudendo e mi è stato prescritta la seguente cura per 1 mese: Pelvilen dual act. Normast 600. Bentelan. Permixon. Gradirei un suo parere a riguardo.”


Specializzazione Andrologia
Tipo di Problema
infiammazione del pudendo

Risponde il Dr. Mario Francesco Iasevoli, medico- chirurgo, andrologo, specialista in Endocrinologia e Malattie del metabolismo.

Per leggere le sue precedenti risposte ed interviste cliccate qui.

” Salve, la sintomatologia non è tipica di una nevralgia del pudendo il cui dolore in genere riguarda la natica e si accompagna ad altri sintomi quali incontinenza fecale e urinaria a cui non accenna. Potrebbe essere una manifestazione atipica che riguarda esclusivamente il suo ramo profondo e quindi risparmia gli altri distretti. Esiste solo un esame invasivo altamente specialistico che potrebbe confermare la diagnosi che consiste nel misurare la conducibilità del  nervo. A prescindere dalla diagnosi, i suoi sintomi sono riferibili comunque ad una irritazione nervosa e quindi il trattamento è comune a tutte le nevralgie. Il pelvilen e il normast sono ottimi integratori che dovrebbero ridurre la produzione dei mediatori del dolore e il cortisonico è un antinfiammatorio- antidolorifico molto efficace; si tratta però di terapia sintomatica e appena termina l’assunzione del cortisonico -bentelan ( che non può essere assunto per lunghi periodi e a dosi elevate) la sintomatologia tornerà. Occorre una terapia neuromodulatrice basata su farmaci che impediscono al nervo di inviare segnali dolorosi anche in assenza di stimolo nocivo. Gran parte di essi appartengono alla classe degli antiepilettici tra cui il Gabapentin o il Pregabalin risultano i più efficaci. Poi ci sono gli antidepressivi triciclici tra cui l’ amitriptillina che ha ottenuto degli ottimi risultati terapeutici. Deve consultare un neurologo esperto in dolore cronico di natura nevralgica che le potrà aiutare a scegliere la terapia più adatta ed efficace.  Cordiali saluti [email protected] cell. 3458092414.”

Potrebbero interessarvi anche i seguenti post:

Infiammazione nervo pudendo, diagnosi e cura | MedicinaLive

Dolore e bruciore ano perineo: nevralgia nervo pudendo

 

Se avete altri dubbi o domande da porre ai nostri esperti visitate la pagina dedicata all’invio dei quesiti Chiedi all’esperto, consulti online su Medicinalive, ricordando quanto segue:

non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie. Medicinalive ed i medici coinvolti in questa rubrica propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

Foto: Thinkstock

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>