Ipogonadismo primario, effetti collaterali terapia con testosterone

di Cinzia Iannaccio Commenta

Richiesta di Consulto Medico
“Salve dottore, sono un uomo di 43 anni e sono sposato da 15, sin dalla nascita in seguito a parto prematuro e febbre post natale, sono persona con paresi spastica superiore agli arti inferiori. Nell’adolescenza è andato tutto bene , sessualmente parlando , ma dall’età di 28 anni , piano piano ho notato un calo del desiderio sessuale. A 28 anni mi sono sposato e a causa di una azospermia, pochi spermatozoi, non posso avere figli. Da circa tre anni dopo aver fatto analisi più approfondite, mi sono accorto che il mio testosterone è bassissimo, tanto da rivolgermi ad un andrologo del posto, che a seguito di esami approfonditi mi ha diagnosticato ipogonadismo. ……..

Purtroppo le terapie intraprese a saltelli 1° testoenant 250 iniettabbile 2° testovis 250 iniettabile 3° testo gel gel cutaneo li ho interrotti a causa di effetti indesiderati comuni: avevo sudore freddo e brividi contemporaneamente, soprattutto di notte durante il sonno tanto da bagnare tutto il materasso sintomo che si protraeva in maniera più lieve, ma disagevole anche di giorno. Sono esasperato e cerco di capire cosa posso fare, forse sbaglio, ma mi sono convinto, che tutti i farmaci a base di testosterone, possono darmi il disturbo grave a debilitante dei brividi e sudore freddo. In attesa di sua risposta, le invio i miei più cordiali saluti

Specializzazione Andrologia
Tipo di Problema ipogonadismo primitivo

Risponde il Dr. Mario Francesco Iasevoli, medico- chirurgo, andrologo, specialista in Endocrinologia e Malattie del metabolismo. Per contatti diretti Email: [email protected] cell. 3458092414. Riceve a Pompei (Na), in Via Roma,81.

“Salve, per prima cosa bisognerebbe valutare il perchè ha un ipogonadismo, se esso è congenito o acquisito.  Inoltre poi andrebbe valutata anche la possibilità di effettuare cicli di stimolazione testicolare per vedere se è possibile ripristinare in minima parte la funzionalità steroidogenica e gonadogenica. Ciò è possibile solo se non c’è atrofia testicolare, oppure difetti congeniti di natura strutturale o enzimatica.
Attualmente il miglior farmaco in commercio per la terapia sostitutiva nell’ipogonadismo è il Nebid, una fiala che si fa ogni 3 mesi ed è a lentissimo rilascio e quindi è molto simile alla fisiologica sintesi del testosterone e come tale da pochi effetti collaterali. Io le consiglio di rivolgersi ad un centro di riferimento regionale per gli Ipogonadismi; può trovare quello più vicino sul sito ufficiale SIAMS. Cordiali saluti”.

 

>> Leggi qui tutte le risposte del Dottor Mario Francesco Iasevoli

 

Se avete altre domande da porre ai nostri specialisti visitate la pagina specifica “Chiedi all’esperto, consulti online su Medicinalive”.

Vi ricordiamo che non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie : Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

 

 

Foto: Thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>