Stress, almeno nel traffico più colpiti gli uomini: che fare?

di Cinzia Iannaccio 2

Stress, compagno quotidiano della maggior parte di noi. Una nuova indagine statistica ha rivelato come gli uomini lo subiscano pesantemente a causa del tempo passato nel traffico: ben 7 volte in più rispetto alle donne. Almeno in questo senso lo stress ed i disturbi correlati non sembrano coinvolgere esclusivamente il genere femminile. Lo studio, realizzato dall’Istituto di Ricerca inglese ICM Research ha coinvolto circa 10.000 persone di ambo i sessi, tra i 18 ed i 65 anni provenienti da 11 Paesi europei, Italia compresa. Secondo i dati emersi, bastano 20 minuti di traffico a far perdere le staffe agli automobilisti e a provocare in loro sentimenti di rabbia, agitazione ed ansia: risolvibili quando finalmente si torna a casa e ci si rilassa se l’accaduto è estemporaneo. Ma ecco che se il traffico si ripete giorno dopo giorno, i disturbi diventano cronici e gli effetti sulla salute degli individui si fanno presto sentire.

Troppo spesso parliamo di stress con superficialità, come se, per il solo fatto che è un male comune sia meno pericoloso. Tutt’altro! Una vita stressante conduce in breve tempo all’ipertensione (si alza cioè la pressione del sangue), si abbassano le difese immunitarie e si diventa più esposti ad infezioni. Si comincia a dormire poco e male, con un ampliamento di questi effetti collaterali oltre che una sensazione di stanchezza cronica, difficoltà di concentrazione, mal di testa ecc. 20 minuti di traffico fanno tutto questo? Decisamente sì, se si vive quotidianamente questa esperienza: provate a chiedere a chi la vive quotidianamente per andare a lavorare! Una soluzione? L’elicottero sarebbe l’ideale, l’unica cosa da fare è rassegnarsi e provare a rilassarsi in qualche modo.

Dallo studio in questione, è emerso che la migliore arma per combattere lo stress da traffico consiste nell’ascoltare musica. 5 le canzoni prescelte dagli automobilisti intervistati: I want to break free dei Queen, Take it easy degli Eagles, Highway to hell degli Ac/Dc, Drive my car dei Beatles ed infine On the road again di Willie Nelson. Personalmente dato il traffico molto intenso del Raccordo Anulare di Roma e desiderando il silenzio, con l’anima in pace prediligevo la lettura: in 5 giorni di traffico ho letto tutto Il Codice da Vinci! Va detto che esistono poi numerose tecniche per combattere lo stress che si riversa nella quotidianità: dedicarsi del tempo libero, massaggi, yoga, attività sportiva, psicoterapia, ecc. E voi? Raccontatelo partecipando al nostro sondaggio.

[poll id=”18″]

Articoli correlati:

Commenti (2)

  1. canto appena posso ,lo trovo molto rilassante.

  2. @ Laura:
    Bello, anche in macchina si può fare!;)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>