Acetone bimbi: dieta, coca cola e cibi da evitare (FOTO)

di Ivan Zilla Commenta

L’acetone è un disordine metabolico che si manifesta quando l’organismo, non avendo disponibilità di zuccheri, intacca i grassi per produrre energia. Il metabolismo dei grassi ha come effetto collaterale la produzione di corpi chetonici, tra i quali figura proprio l’acetone. Il disturbo è piuttosto comune tra i bambini, soprattutto nella prima infanzia. Il primo passo per combattere i sintomi? Fare le scelte alimentari adeguate. Scopriamo insieme quali sono i cibi consigliati, i cibi da evitare e gli alimenti concessi in caso di acetone nel bambino.

Acetone bimbi: coca cola e altre bevande consigliate


Per combattere l’acetone, è buona norma seguire alcuni semplici accorgimenti alimentari. Sappiamo che il problema di fondo è la mancanza di zuccheri: da qui la necessità di reintrodurre questi nutrienti attraverso l’assunzione bevande zuccherate. Di seguito un elenco di prodotti fortemente consigliati.

  • Coca Cola: meglio se diluita o sgassata
  • Tè e tisane zuccherate
  • Succhi di frutta
  • Spremute

Ricordiamo che i liquidi vanno comunque somministrati in piccoli sorsi ma in modo costante.

Acetone bimbi: cibi da evitare


Se la reidratazione attraverso la somministrazione di bevande zuccherine è importante, per ristabilizzare il metabolismo del bambino in caso di acetone è altrettanto importante evitare di portare a tavola alcuni specific alimenti. In linea generale, per curare e prevenire il disturbo, vanno esclusi o comunque ridotti significativamente gli alimenti ricchi di cibi grassi. Diciamo no a:

  • Latticini
  • Burro
  • Carni grasse (soprattutto la carne rossa)
  • Fritture
  • Salumi e altri insaccati

Acetone bimbi: cibi consentiti


Abbiamo visto quali bevande fanno bene in caso di acetone e quali alimenti devono essere invece evitati. In ultima analisi, riportiamo di seguito un elenco di cibi che possono essere consumati senza problemi fino alla completa regressione dei sintomi:

  • Pane
  • Riso
  • Pasta
  • Pesce
  • Legumi
  • Frutta e verdura

Le scelte alimentari corrette portano, nella maggior parte dei casi, alla totale scomparsa dei sintomi nel giro di 2-3 giorni. Se l’acetone si ripresenta spesso, è troppo aggressivo e la dieta non basta a risolvere il problema, è opportuno consultare il pediatra.

Potrebbero interessarti:
Acetone nei bambini e negli adulti, quali i sintomi ed i rimedi?
Acetone bambini: cause, sintomi, senza vomito e cosa mangiare
Foto: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>