Probiotici: fanno bene ai bambini?

di Marco Mancini 2

I probiotici sono degli organismi che, secondo la definizione classica, se vengono dati (attraverso l’alimentazione) nella giusta quantità possono apportare qualche genere di beneficio. Per questo oggi sono diventati piuttosto comuni, ad esempio negli yogurt. Ma se per gli adulti con un sistema immunitario già sviluppato i benefici sono indubbi, cosa accade nei bambini che ancora sono in fase di sviluppo? Se lo sono chiesto i pediatri del Meriter Hospital di Madison, negli Stati Uniti.

Secondo la loro conclusione, questi “batteri buoni” non sono dannosi per i bambini, ma non ci sono nemmeno prove sufficienti per affermare che facciano bene. Alcuni studi hanno dimostrato che i probiotici sono in grado di prevenire e curare alcune condizioni tipiche dell’età come la diarrea, ma gli effetti sono modesti e paragonabili ai vecchi rimedi della nonna. Anzi, gli studi effettuati sulla base di altre condizioni più complesse, come ad esempio la sindrome del colon irritabile o la costipazione, non hanno mostrato alcun effetto concreto.

Ma come funzionano questi probiotici? In sostanza essi cambiano la flora batterica intestinale, in un certo senso “aiutandola” ad agire per il meglio. Ma se in effetti un adulto può trarne vantaggio se affetto da qualche condizione particolare, nei bambini può rivelarsi inutile in quanto questa flora si sta ancora sviluppando, e gli aiuti esterni potrebbero non rivelarsi adeguati.

Dato il livello di prove, posso dire categoricamente che io non consiglierei ai genitori di cambiare il loro modo di dare i probiotici ai bambini. Anche se mangiano lo yogurt con cinque diversi probiotici, non appena si smette di prenderlo, i batteri nei loro corpi torneranno al loro stato normale

ha dichiarato il Dr. Frank Greer, docente di pediatria e coautore della ricerca. Ad ogni modo l’aspetto positivo che scaturisce dalla ricerca è che, seppure non ci siano prove sufficienti per affermare che i probiotici facciano bene, ciò che sembra certo è che almeno non facciano male. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Pediatrics.

Probiotici per tutte le età: caratteristiche e benefici dei batteri buoni
Probiotici e prebiotici per combattere le malattie croniche
Assumere i probiotici in gravidanza: ecco tutti i benefici

[Fonte: Livescience]

Commenti (2)

  1. I nostri bambini sono dei consumatori accaniti di antibiotici ( non volontari s’ intende ), quando la loro flora batterica intestinale è distrutta che fare?
    Se il ricercatore ha provato che non sono ”nocivi” perchè non somministrarli?
    L’ unica verrtenza da tenere presente è la loro distruzione da parte dell’ ac. cloridrico gastrico, quindi meglio probiotici ad hoc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>