Probiotici per tutte le età: caratteristiche e benefici dei batteri buoni

di Salvina 4

I probiotici sono microrganismi batterici che, una volta ingeriti, sono in grado di esercitare un effetto benefico sulla salute. Vengono spesso somministrati in caso di terapia antibiotica per proteggere e rafforzare la cosiddetta flora intestinale e sono particolarmente utili per ristabilire l’equilibrio dell’organismo in caso di disturbi gastro-intestinali. Gli integratori e/o preparati alimentari che contengono probiotici infatti una volta raggiunto l’intestino lo “colonizzano” interagendo con i microbi ivi naturalmente presenti che ne risultano rinvigoriti.

Caratteristiche dei probiotici: Per essere definiti tali i probiotici devono giungere ancora vitali all’interno dell’intestino, di conseguenza tali microrganismi sono resistenti all’azione degli acidi dello stomaco e immuni dall’azione digestiva della bile, sono cioè non digeribili. Una volta giunti a destinazione essi aderiscono alla parete intestinale e cominciano qui la loro azione.

A cosa servono i probiotici: I probiotici sono utili per migliorare la digestione e l’assimilazione dei principi nutritivi come il calcio. Come già accennato aiutano nei casi di stipsi, diarrea e gonfiore. Favoriscono inoltre la produzione di vitamine del gruppo B e di enzimi per la digestione dei latticini. Hanno un effetto benefico sul sistema immunitario e nella regolazione del colesterolo.


I probiotici più comunemente impiegati: Lattobacilli (acidophils, casei, rhamnosus, salivarius, plantarum, crispatus) e Bifidobatteri (animalis, breve, infantis, longum, adolescentis, lactis, bifidum).

I fattori che possono alterare l’equilibrio della flora intestinale: diete povere di fibre, cattive abitudini alimentari (pasti troppo rapidi e/o consumati in modo irregolare), scarsa masticazione, stress, abuso di farmaci, vita sedentaria.

Un probiotico per ogni età: Secondo una ricerca presentata di recente al Congresso europeo di microbiologia clinica e malattie infettive (Eccmid), mentre il lactobacillus bifidus è più indicato per i disturbi gastro-intestinali nei bambini, il saccharomyces boulardii è più indicato per gli adulti. I ricercatori sperano inoltre di poter estendere l’uso di probiotici anche al trattamento delle allergie, delle infiammazioni croniche dell’intestino o per contrastare le infezioni da Elicobatterio. Infine, sottolineano gli esperti, bisogna ricordare che, sebbene generalmente ben tollerati, anche i probiotici possono presentare effetti collaterali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>