Ansia, fa invecchiare prima le donne

di Cinzia Iannaccio 1

L’ansia è nemica delle donne, perché questa patologia sembra colpire maggiormente il genere femminile. Ma ora una nuova ricerca scientifica condotta dagli studiosi del Brigham and Women’s Hospital e pubblicata sull’ultimo numero della rivista online PlosOne, avrebbe rilevato come lo stato ansioso possa essere il nemico numero 1 anche per motivi clinici-estetici: le donne affette dalla più comune forma di ansia quella fobica, avrebbero un invecchiamento cellulare molto rapido, tale da differenziarsi rispetto a donne non ansiose di circa 6 anni. Ovvero?

L’indagine è stata realizzata coinvolgendo circa 5.000 signore tra i 42 ed i 69 anni ed incrociando i risultati di un’analisi del sangue genetica con le risposte di alcuni questionari circa l’ansia. Ne è conseguito, che le donne colpite da stati ansiosi, posseggono telomeri più corti. Stiamo parlando della parte terminale della catena del Dna, deputata alla protezione dello stesso. Un accorciamento dei telomeri è stato già associato ad un danneggiamento cellulare maggiore e dunque ad un invecchiamento precoce delle cellule. Ciò significa parlare di rughe ed avvizzimento della pelle, ma anche di altri deficit dovuti all’età, come il degeneramento cellulare che avviene con alcune malattie e/disturbi neurologici. Ebbene lo stress che deriva dall’ansia fobica ne sarebbe una causa determinante.
Dunque che fare? Per mantenersi in salute e forma fisica più a lungo è consigliabile mantenere la calma. Sembra facile a dirsi, ma a farsi non lo è assolutamente. Rivolgersi a degli specialisti per il controllo dell’ansia è sempre una buona cosa e non ci riferiamo di certo solo all’invecchiamento cellulare, ma anche alla qualità della vita stessa e dei rapporti sociali e familiari. Le soluzioni ci sono e vanno decisamente affrontate. Non è opportuna la somministrazione di benzodiazepine (ansiolitici) senza una vera e propria prescrizione ed indicazione medica e prima di arrivare all’uso dei farmaci è importante provare con altre soluzioni: dalle tecniche di training autogeno e/o di respirazione, specificatamente si può provare con lo yoga, medicinali omeopatici o rimedi naturali di altro tipo. Il mio ansiolitico preferito è lo sport, che di per se stesso aiuta già da solo a combattere l’invecchiamento. Ed voi come combattete l’ansia?

Foto: Thinkstock

Fonte: PlosOne

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>