Infertilità: un farmaco anti-diabete dato precocemente può prevenirla in donne a rischio

di Marco Mancini Commenta

La maggior parte delle bambine di 8 anni non si preoccupa di avere figli. Ma se presentano alcuni sintomi di malattie che favoriscono l’infertilità, fanno ancora in tempo a curarsi. A stabilirlo è un nuovo studio spagnolo secondo cui le ragazze che, sin da tenera età, mostrano un alto rischio di sviluppare una condizione che porta alla sterilità, possono essere curate per quattro anni con la metformina, un farmaco comunemente usato per il diabete, in modo da avere meno probabilità di sviluppare la condizione più tardi nella vita.

Mentre ad 8 anni di età non mostrano alcun segno esteriore di sindrome dell’ovaio policistico, che è la causa principale di infertilità femminile, i precursori fisiologici della condizione possono essere già presenti nei loro corpi. La metformina è già utilizzata per il trattamento della sindrome dell’ovaio policistico nelle donne più anziane, ma non era stata precedentemente testata come mezzo per prevenire la patologia in pazienti in così giovane età.

Quello che abbiamo fatto è stato scegliere un gruppo a rischio e trattarlo prima che si manifestassero i segni clinici della sindrome. Il farmaco dato in modo preventivo è un modo terapeutico

ha spiegato il ricercatore Dr. Lourdes Ibáñez, endocrinologo dell’Università di Barcellona. Le bambine con un peso alla nascita molto basso e che iniziano a sviluppare peli pubici in età molto precoce sono ad alto rischio di sviluppare la sindrome dell’ovaio policistico. Così Ibáñez e i suoi colleghi hanno reclutato 38 ragazze con questo profilo. Alla metà di esse è stata data la metformina tutti i giorni dagli 8 ai 12 anni. All’altra metà è stata data per un solo anno, a partire dall’età di 12 anni.

Quelle che hanno preso più a lungo il farmaco hanno mostrato otto volte meno probabilità di sviluppare la sindrome dopo i 15 anni rispetto all’altro gruppo. L’idea del farmaco contro il diabete è venuta in quanto la sindrome dell’ovaio policistico inizia con un eccesso di insulina nel corpo simile al diabete di tipo 2. Quando le ovaie sono esposte a troppa insulina, la loro produzione di ormoni è alterata. Con l’accumulo di ormoni maschili, ne viene influenzato il resto del corpo, e così la ragazza comincia a sviluppare i tipici segni esteriori della condizione.

I primi sintomi della malattia sono l’aumento di peso, le mestruazioni irregolari, acne e la crescita dei peli eccessiva. Alla fine può portare ad infertilità e sterilità. La metformina tratta lo squilibrio di insulina. Con il loro ritorno alla normalità, le ovaie ridiventano in grado di produrre gli ormoni in modo sano.

Ora stiamo cercando di seguire le pazienti fino ai 18 anni per vedere se i nostri risultati preliminari vanno bene anche quando queste ragazze crescono

ha concluso Ibáñez nell’articolo pubblicato sul Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism.

Cellulare, può essere causa di infertilità
Cura per la sterilità con la medicina cinese
Cause di infertilità, la salpingite

[Fonte: Livescience]