Iperinsulinemia e ovaio policistico, che correlazione?

di Valentina Cervelli Commenta

Quale è la correlazione tra iperinsulinemia e ovaio policistico? Ora vi spiegheremo brevemente ma in modo netto perchè queste due patologie sono una dipendente dall’altra e come influenzano la vita delle donne.

ovaio policicstico

La correlazione tra le due patologie sta nel fatto che l’iperinsulineamia può essere una delle cause alla base della sindrome dell’ ovaio policistico. Come sappiamo questa malattia può avere delle caratteristiche di famigliarità anche se non si conosce ancora il meccanismo preciso. Ma conosciamo con maggiore certezza il ruolo che il diabete ha nell’intero quadro e quello posseduto dall’obesità. Entrambi infatti possono essere sia causa che effetto di un pancreas che non funziona bene e di uno stato di insulina alta.

E’ per questo motivo che quando si presentano i sintomi dell’ovaio policistico, come le mestruazioni assenti o poco frequenti, l’aumento dei peli superflui sul viso o sul corpo, acne e infertilità, i primi esami che vengono fatti puntano a verificare se la malattia sia effettivamente quella. Allo stesso modo si indaga sulla possibile presenza della malattia anche quando la donna tenta di rimanere incinta e non ci riesce o quando si verificano con frequenza aborti spontanei con frequenza.

L’iperinsulinemia può essere curata se si agisce prima di tutto sullo stile di vita e sulla dieta apportando sia con correzioni alimentari che aiutandosi farmacologicamente con dei medicinali che portino a non assorbire gli zuccheri od a tenere sotto controllo l’attività del pancreas.

La correlazione tra iperinsulinemia ed ovaio policistico purtroppo nelle donne è molto stretta. Una volta assodato questo è importante fare di tutto per curare entrambe le condizioni. Non è assolutamente impossibile, sebbene servano grande sforzo e una serie di comportamenti definiti che portino alla stabilizzazione di quei valori sballati che sono al contempo causa ed effetto di due malattie, le quali possono rivelarsi molto fastidiose per le donne.

Photo Credits | Alila Medical Media / Shutterstock.com