Insulina alta (Iperinsulinemia)

di Valentina Cervelli Commenta

Insulina alta (Iperinsulinemia)

L’insulina alta o iperinsulinemia corrisponde all’eccessiva quantità di insulina presente nel sangue. L’azione di questo ormone nel nostri corpo è molto importante: esso infatti è in grado di regolare i livelli di glucosio nel sangue favorendone l’ingresso nelle cellule. A seconda della sua presenza nell’organismo sono differenti gli effetti che si hanno sullo stesso.

CAUSE: Sono di diversa origine patologica le cause che portano alla comparsa di insulina alta. L’iperinsulinemia si presenta quando il nostro pancreas produce questo ormone in eccesso e tale comportamento è legato sia ad alcune malattie che a cause “esterne” come l’assunzione di alcuni farmaci. Tra le patologie troviamo:

Diabete di tipo II

Insulino-resistenza

Insulinoma

Acromegalia

Morbo di Cushing

Intolleranza al glucosio

Intolleranza al fruttosio

Sindrome metabolica.

Tra i farmaci che possono causare l’insulina alta troviamo:

Corticosteroidi

Levodopa od estrogeni

Contraccettivi orali.

SINTOMI: non vi è una sintomatologia particolare. Quando l’insulina alta mostra dei valori davvero elevati, si instaura una condizione definita ipoglicemia attiva (abbassamento dei livelli di glucosio nel sangue) che porta a:

Sudorazione

Letargia

Tremore

Svenimento

Coma (nei casi più gravi e non trattati).

Può svilupparsi anche una maggiorata sintesi epatica di trigliceridi (ipertrigliceridemia) a livello dei reni.

DIAGNOSI: avviene attraverso un particolare esame del sangue chiamato “curva insulininemica” che verifica i valori dell’ormone del sangue in base a specifiche condizioni, ovvero prima dell’assunzione e dopo l’assunzione del glucosio.

TERAPIA: La prima terapia è di tipo alimentare: si cerca di assumere meno zuccheri possibili attraverso il cibo, limitando la quantità di dolci e carboidrati per tenere bassi i livelli di glucosio nel sangue. Un approccio farmacologico è quasi sempre presente in modo tale da contrastare gli effetti dell’insulina alta.

 

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>