Parto naturale, solo 7.300 donne all’anno possono farlo

di Ma.Ma. Commenta

Sono solamente 7.300 le donne che in Italia, ogni anno, possono fare il parto naturale inteso come senza farmaci o interventi medici e con rapporto uno a uno tra la donna che partorisce e l’ostetrica. Un numero piuttosto esiguo rispetto al numero medio delle donne che danno alla luce un bambino.

Parto dopo 30 anni meno rischi tumore endometrio

Ecco allora che vengono stilate le nuove Linee di Indirizzo per l’assistenza in autonomia da parte delle ostetriche alle gravidanze a basso rischio ostetrico (BRO), messe a punto dal Ministero della Salute Mirano, mirano a definire come e quando è possibile farlo in sicurezza. Afferma Maria Vicario, presidente della Federazione Nazionale degli Ordini della Professione Ostetrica (FNOPO):

In genere, così come viene fatto in ospedale, il parto vaginale è tutto fuorché naturale, bensì caratterizzato dal ricorso a farmaci e procedure invasive che mirano a velocizzare la nascita, come episiotomia, ventosa e manovra Kristeller. Tra i criteri necessari affinché un parto possa essere affidato in autonomia alle ostetriche e in aree dedicate, secondo le linee di indirizzo, vi è una gravidanza senza complicazioni e una gestazione a termine

Ti potrebbe interessare anche:

Parto in casa, 3 cose da sapere

Mangiare placenta dopo parto, 5 falsi miti e cose da sapere

Photo | Thinkstock