Sudorazione eccessiva donne cause, rimedi e consigli

di Cinzia Iannaccio 0

Sudorazione eccessiva nelle donne: le cause sono le stesse che nell’uomo oppure c’è qualcosa in più da sapere che può scatenare questa condizione? E quali rimedi sono possibili? Va subito fatta una distinzione: la sudorazione eccessiva o iperidrosi è diversa da una sudorazione abbondante. E’ normale sudare quando ci si trova in un ambiente caldo o quando si fa ginnastica o si bevono alcolici o altre bevande molto calde. Qualcuno, uomo o donna, può emettere più sudore di altri in questi contesti, con notevole imbarazzo. In caso di iperidrosi invece si suda in assenza di questi motivi “normali e fisiologici”! In genere colpisce sin dall’infanzia ed è localizzata sulle mani, sui piedi, viso, o ascelle, o arriva da adulti, è generalizzata e con attacchi di sudorazione anche notturna, non giustificabili. Il disagio sociale in questi casi è ancora più imponente perché non riguarda un singolo episodio, ma più di uno, ricorrenti. Ecco cosa occorre sapere sulla sudorazione eccessiva al femminile ed i possibili rimedi.

 

 

Sudorazione eccessiva donne, tutte le cause

Non è stato ancora scoperto il meccanismo preciso alla base della sudorazione eccessiva o iperidrosi, ma alcune cose sono ben note. Intanto sappiamo di poter distinguere un’iperidrosi primaria (localizzata e presente in genere sin dall’infanzia) idiopatica, da quella secondaria (dovuta all’assunzione di alcuni farmaci o ad alcune condizioni di salute) che in genere si manifesta per la prima volta in età adulta ed è generalizzata. Se da bambina avevi già imbarazzo ad alzare la mano in classe per la sudorazione sotto le ascelle o ti ritrovavi spesso a bagnare il quaderno per il sudore che grondava dalle mani, questo potrebbe essere il tuo caso! Si chiama iperidrosi primaria idiopatica ed assolutamente si può trattare, per eliminare finalmente il disagio. Idiopatica significa che non se ne conoscono le cause, l’origine. C’è una componente di ereditarietà (se ci pensi bene ti ricorderai che anche qualche altro tuo parente ha questo problema) ed è noto come alcuni comportamenti possano aumentare il problema. Mi riferisco all’assunzione di bevande alcoliche, cibi piccanti, abiti troppo pesanti, situazioni di stress. Non si tratta di cause scatenanti precise, ma solo di fattori che  peggiorano la situazione.

Per ciò che riguarda noi donne però qualcosa in più va detto circa l’iperidrosi secondaria. Un certo numero di condizioni di salute, particolarmente frequenti nel genere femminile possono innescare ripetuti episodi di iperidrosi. Neanche a dirlo gli ormoni giocano un ruolo determinante! Sono loro a sollecitare fisiologicamente -e all’occorrenza- le ghiandole sudoripare e quando c’è uno sbalzo ormonale, si può avere un’iperstimolazione di queste e dunque un’eccessiva produzione di sudore. Le vampate della menopausa non sono che un comune esempio di questo meccanismo. Ecco perché una sudorazione eccessiva nelle donne si può manifestare in menopausa o perimenopausa. Lo stesso però può dirsi in gravidanza, subito dopo il parto o se si soffre di un ciclo mestruale irregolare.

Anche alcune patologie possono determinare lo stesso problema:

  • Ipertiroidismo
  • Obesità
  • Diabete
  • Ansia
  • Ipoglicemia
  • Artrite reumatoide
  • Linfoma
  • Gotta
  • Parkinson

La sudorazione eccessiva può essere un effetto collaterale anche di alcuni farmaci, spesso di comune utilizzo per noi donne, come i seguenti:

 

  •  Antidepressivi
  • Terapie ormonali
  • Ipoglicemizzanti
  • Neurolettici

Che fare? Quali rimedi per la sudorazione eccessiva nella donna?

 

Nella maggioranza dei casi la situazione si risolve con l’applicazione di anti-traspiranti che si possono acquistare in qualunque supermercato o farmacia. Ve ne sono in commercio diverse formulazioni (creme, lozioni, roll on, ecc.) con diversi principi attivi (sali di alluminio o zinco, per pelli più delicate, ecc.). In alternativa un medico può prescrivere antitraspiranti più forti, con maggiori concentrazioni di principi attivi. Questi tenderanno a bloccare la fuoriuscita del sudore dai pori della pelle eliminando anche il problema del cattivo odore alla radice (non sempre chi suda molto puzza comunque). In casi più importanti possono essere invece prescritti farmaci anticolinergici che influenzano i segnali nervosi inviati alle ghiandole sudoripare. Da segnalare anche la ionoforesi ed iniezioni di botox in caso di abbondante sudorazione ascellare, benché, dati i costi di tali procedure è consigliato eseguirle previo consulto medico e solo dopo che gli antitraspiranti si sono dimostrati inefficaci. E la chirurgia? Va considerata come ultima risorsa per le persone con grave sudorazione alle mani o alle ascelle: comporta la rimozione delle ghiandole sudoripare localizzate, oppure – la simpatectomia toracica- la distruzione dei nervi che inviano segnali alle stesse.

 

Per il resto evitare “comportamenti a rischio” come bere alcolici, mettere abiti troppo pesanti, mangiare cibi piccanti ad un appuntamento galante ed in qualunque altro contesto sociale può aiutare non aggiungere sudore al sudore, mentre laddove è possibile curare la patologia di base o trovare con il medico un aggiustamento nella terapia farmacologica, può spesso risolvere il problema in modo definitivo (se l’iperidrosi è secondaria).

 

 

 

Leggi anche:

 

 

Fonte: Web Md

Photo Credits | Vladimir Gjorgiev / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>