Combattere lo stress da lavoro con la meditazione

di Valentina Cervelli 1

 Molto spesso il tipo di lavoro che svolgiamo ci richiede di essere multitasking, ovvero di essere in grado di svolgere più mansioni contemporaneamente, in special modo se l’impiego è di tipo manageriale o nell’ambito della comunicazione e del marketing.  Una situazione che crea notevole stress, ma che può essere combattuta con la meditazione.

E’ un recente studio condotto dal dott. David Levy e dal dott. Jacob Wobbrock, insieme ai colleghi dell’Università di Washington a spiegarci come tutto questo sia possibile. Gli scienziati hanno pubblicato i risultati del loro studio sulla rivista di settore PNAS, Proceedings of the National Academy of Sciences. Non di rado quando viene richiesto lo svolgersi di più mansioni in un tempo brevissimo la persona alla quale viene richiesto tale sforzo finisce per trovarsi in una condizione psicofisica sfavorevole.

Ciò che è necessario evitare è che questo stato di stress diventi cronico. Come fare se non si ha la possibilità di rallentare il ritmo? E’ necessario trovare una metodologia ugualmente efficace che dia comunque modo al nostro sistema nervoso di non essere eccessivamente sollecitato.

Nella ricerca sugli effetti della meditazione contro lo stress lavorativo, sono stati coinvolti tre gruppi da 12-15 responsabili delle risorse umane di alcune aziende. I membri del primo gruppo sono stati sottoposti ad un “training formativo” basato sulla meditazione “mindfulness” della durata di otto settimane. Quelli del secondo gruppo hanno seguito un corso di rilassamento, mentre i componenti del terzo gruppo, quello di controllo, durante le otto settimane della prima fase di studio non sono stati sottoposti a nessuna attività. In seguito hanno invece eseguito le stesse attività toccate al primo campione di persone.

Prima e dopo il periodo di meditazione, i volontari sono stati sottoposti a diversi test ed attività che comprendevano il normale lavoro da loro svolto (l’uso continuo e multiplo di email, agenda, messaggi istantanei, telefoni e sistemi office in ufficio, N.d.R.). La loro velocità di esecuzione, la precisione, ed il loro livello di stress sono stati misurati con attenzione.  Ed i risultati ottenuti sono stati illuminanti in tal senso.

Il gruppo che aveva praticato la meditazione ha riportato i più bassi livelli di stress durante l’attività di multitasking, a differenza degli altri due gruppi. Quello di controllo, una volta sottoposto alla training meditativo ha riportato gli stessi risultati positivo del primo gruppo. La meditazione ha migliorato la concentrazione, mentre per ciò che riguarda la memoria, anche il semplice rilassamento ha apportato benefici.

Commenta il dott. Levy:

Questi primi risultati sono incoraggianti per noi. Mentre vi è una crescente evidenza scientifica che certe forme di meditazione aumentano la concentrazione e riducono la dispersione e lo stress emotivo, fino a ora c’è stata poca evidenza diretta che la meditazione può offrire tali benefici per coloro che sono sotto stress, o in ambienti ad alta intensità d’informazioni.

Fonte: Pnas

Photo Credit | Thinkstock

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>