Amiloidosi sistemica secondaria

di Marco Mancini 1

Amiloidosi sistemica secondaria

L’amiloidosi sistemica secondaria è una malattia in cui le proteine anomale, chiamate amiloidi, si accumulano nei tessuti e organi. Essa si verifica a causa di un’altra malattia o situazione medica, come ad esempio un’infezione cronica o malattie infiammatorie croniche. Sistemica significa che riguarda il corpo intero.

CAUSE: La causa esatta è sconosciuta. Ci sono più probabilità di sviluppare l’amiloidosi sistemica secondaria se si è in presenza di un’infezione o infiammazione a lungo termine.

Questa condizione si può verificare con:

  • Spondilite anchilosante;
  • Bronchiettasia;
  • Osteomielite cronica;
  • Fibrosi cistica;
  • Leucemia a cellule capellute;
  • Morbo di Hodgkin;
  • Ascesso e alcune ulcere della pelle a lungo termine;
  • Dialisi renale;
  • Artrite cronica giovanile;
  • Mieloma multiplo;
  • Sindrome di Reiter;
  • Artrite reumatoide;
  • Sindrome di Sjogren;
  • Lupus eritematoso sistemico;
  • Tubercolosi.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Il sanguinamento nella pelle;
  • Fatica;
  • Battito cardiaco irregolare;
  • Intorpidimento delle mani e dei piedi;
  • Mancanza di respiro;
  • Difficoltà di deglutizione;
  • Braccia o gambe gonfie;
  • Gonfiore della lingua;
  • Debole presa;
  • Perdita di peso.

DIAGNOSI: I test che possono essere effettuati includono:

  • Ecografia addominale (può mostrare fegato o milza gonfi);
  • Biopsia della pelle;
  • Biopsia del midollo osseo;
  • Esami del sangue;
  • Elettrocardiogramma;
  • Ecocardiogramma;
  • Velocità di conduzione nervosa;
  • Analisi delle urine.

TERAPIA: La condizione che causa l’amiloidosi deve essere curata. Alcune persone possono necessitare di un trapianto di midollo osseo o di cellule staminali. Non esiste un trattamento specifico per l’amiloidosi in sé.

PROGNOSI: La guarigione dipende da quali organi sono interessati. Se la malattia coinvolge il cuore e i reni, può portare ad insufficienza d’organo e alla morte. Possibili complicazioni possono essere:

  • Fallimento endocrino;
  • Insufficienza cardiaca;
  • Insufficienza renale;
  • Insufficienza respiratoria.

Contattare un medico se avete i sintomi di questa condizione, specialmente in caso di intorpidimento, presa debole, mancanza di respiro, gonfiore, sanguinamento e battito cardiaco irregolare.

PREVENZIONE: Se sai di avere una malattia, assicurati di averla curata. Questo può aiutare a prevenire l’amiloidosi.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>