Cos’è la malattia di Addison?

di Cinzia Iannaccio Commenta

La malattia di Addison nota anche come Morbo di Addison  o ipocorticosurrenalismo è una patologia rara che colpisce le ghiandole surrenali e la loro funzionalità, provocando insufficienza surrenalica. Il nome deriva dal medico inglese che per primo ha descritto tale condizione nel 1855 ovvero il Dr. Thomas Addison. Scopriamo insieme quali sono i sintomi, quali le cause, se c’è una terapia e cosa comporta.

Le  ghiandole surrenali e la malattia di Addison

Le ghiandole surrenali sono dei piccoli organi a forma piramidale posti (come si evince dal nome) sopra ai reni. Sono deputate alla produzione di 3 ormoni particolarmente preziosi per il nostro organismo, ovvero il cortisolo e l’aldosterone -secreti dalla corteccia esterna- e l’adrenalina -prodotta dal midollo interno. Nel Morbo di Addison è colpita la corteccia esterna e la sua possibilità di produrre in modo adeguato cortisolo ed aldosterone. Per tale motivo il nome scientifico di tale patologia è ipocorticosurrenalismo o insufficienza corticosurrenalica. Cosa accade in chi è colpito da questa malattia? Il cortisolo -o ormone dello stress- viene secreto normalmente quando l’organismo è sotto stress per mantenere a livello fisiologico gli zuccheri nel sangue, agendo sul metabolismo; al contempo l’aldosterone tiene in equilibrio le quantità di liquidi e sali minerali, agendo direttamente sul controllo della pressione sanguigna. Quando le ghiandole surrenaliche non producono più (o non in quantità adeguate) questi ormoni, subentrano sintomi e complicanze tipici del morbo di Addison.

 

Sintomi della malattia di Addison

I sintomi sono vari a seconda dei casi, possono essere più o meno intensi e dunque non sempre facili da focalizzare. Solitamente però chi ha ricevuto una diagnosi di Malattia di Addison ha riscontrato comunemente nelle fasi iniziali della malattia stanchezza, disidratazione, vertigini e crampi. In un secondo momento possono subentrare anche svenimenti ed anomale macchie sulla pelle. In situazione di stress i sintomi peggiorano. Spesso per tali caratteristiche si pensa erroneamente a stati di ansia. Fondamentale è la diagnosi che si può fare con una semplice analisi, un test di stimolazione dell’ACTH atto a misurare i livelli di cortisolo nel sangue e nelle urine dopo appunto la somministrazione di un ormone stimolante: in chi soffre del morbo di Addison la risposta è nulla o minima.

 

Malattia di Addison cause

La malattia di Addison è una malattia autoimmune: il sistema immunitario identifica le cellule della corteccia delle ghiandole surrenali come nemiche, agenti pericolosi e si attiva per distruggerle. Anche alcune patologie come la tubercolosi, il tumore o l’Hiv che colpiscono le ghiandole surrenali possono compromettere la corteccia e provocare la malattia.

 

Malattia di Addison, la terapia

La terapia è possibile ed utilizza farmaci – tra cui i corticosteroidi- che vanno a compensare la carenza degli ormoni in circolo. Ciò solitamente aiuta a mantenere tutti i sintomi sotto controllo anche se in situazioni di stress qualche ricaduta si può avere.  Con questa TOS, Terapia Ormonale Sostitutiva, le persone con morbo di Addison possono condurre una vita normale. E’ importante seguire i corretti dosaggi ed evitare sbalzi di cortisolo che potrebbero altrimenti condurrea ad una crisi surrenalica ( che è un’emergenza medica) o altre complicanze.

 

Leggi anche:

 

 

 

 

 

Fonte: NewsMedical.net

Foto: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>