Discalculia evolutiva

di Marco Mancini 2

Discalculia evolutiva

La discalculia evolutiva, o disordine di calcolo matematico, è una condizione in cui la capacità matematica di un bambino è di gran lunga inferiore al normale per la sua età, intelligenza e istruzione.

CAUSE: I bambini che hanno disturbi matematici potrebbero avere problemi a svolgere semplici equazioni matematiche, come ad esempio il conteggio e l’addizione. La discalculia evolutiva può comparire con:

  • Disturbo di coordinamento dello sviluppo;
  • Disturbo misto linguaggio recettivo-espressivo;
  • Disturbo della lettura.

SINTOMI: Le difficoltà iniziali con l’aritmetica sono evidenti attraverso punteggi bassi nei test sulla matematica. Alcuni dei problemi includono:

  • Problemi con la lettura, scrittura e copiatura dei numeri;
  • Problemi di conteggio e addizione, spesso con errori su calcoli semplici;
  • Difficoltà a capire la differenza tra addizione e sottrazione;
  • Problemi con i simboli matematici e di comprensione della parola;
  • Impossibilità di allineare correttamente i numeri e addizionarli, sottrarli o moltiplicarli;
  • Incapacità di organizzare i numeri dal più piccolo al più grande, o al contrario;
  • Incapacità di capire i grafici.

DIAGNOSI: Test standardizzati sono in grado di valutare la capacità matematica del bambino. L’istruzione scolastica può anche aiutare.

TERAPIA: Il miglior trattamento è l’istruzione mirata.

PROGNOSI: L’intervento precoce migliora le possibilità di apprendimento. Possibili complicazioni possono essere problemi a scuola, di comportamento e perdita di autostima. Alcuni bambini con disturbo matematico diventano ansiosi o paurosi quando affrontano i problemi di matematica, rendendo il problema ancora peggiore.

Contattare un medico se avete qualche preoccupazione riguardo allo sviluppo del bambino.

PREVENZIONE: Le famiglie colpite dovrebbero fare ogni sforzo per riconoscere i problemi esistenti in anticipo. L’intervento può iniziare già nella scuola materna o elementare.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>