Glomerulonefrite post-streptococcica

di Marco Mancini Commenta

Glomerulonefrite post-streptococcica

La glomerulonefrite post-streptococcica è una malattia dei reni che si verifica dopo l’infezione da alcuni ceppi di batteri Streptococcus.

CAUSE: La glomerulonefrite post-streptococcica è una forma di glomerulonefrite. E’ il risultato di un’infezione, non dei reni, ma di un settore completamente diverso, come la pelle o la gola, con un tipo specifico di batteri streptococcici beta emolitici di gruppo A. L’infezione batterica provoca l’infiammazione di piccoli vasi sanguigni, chiamati glomeruli, nei reni, che non permettono di filtrare e controllare il contenuto delle urine.

La glomerulonefrite post-streptococcica è rara oggi perché le infezioni che possono portare al disturbo vengono comunemente curate con gli antibiotici. Il disturbo si può svilupparsi 1-2 settimane dopo l’infezione non curata alla gola, o 3-4 settimane dopo un’infezione della pelle. Essa può verificarsi in persone di qualsiasi età, ma più spesso si verifica nei bambini di età tra 6 e 10 anni. Anche se la pelle e le infezioni della gola non sono rare nei bambini, la glomerulonefrite post-streptococcica è una complicazione rara di queste infezioni. I fattori di rischio includono:

  • Gola infiammata;
  • Infezioni della pelle da streptococco (come impetigine).

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Diminuzione della produzione di urina;
  • Edema (gonfiore generalizzato o dell’addome);
  • Gonfiore del viso o degli occhi, caviglie o piedi;
  • Urine color ruggine;
  • Sangue visibile nelle urine;
  • Dolore;
  • Rigidità o gonfiore.

DIAGNOSI: Gli esami da effettuare sono:

  • Auscultazione di cuore e polmoni per sentire rumori anomali;
  • Test anti-DNase B;
  • Pressione sanguigna;
  • Biopsia renale;
  • L’esame obiettivo per mostrare un gonfiore (edema), soprattutto del viso;
  • Siero ASO;
  • Livelli di siero complementari;
  • Analisi delle urine.

TERAPIA: Non esiste un trattamento specifico per la glomerulonefrite post-streptococcica. Il trattamento è focalizzato sulla riduzione dei sintomi. Gli antibiotici, come la penicillina, devono essere usati per distruggere i batteri da streptococco che rimangono nel corpo. I farmaci per la pressione del sangue e diuretici possono essere necessari per controllare la pressione sanguigna alta ed il gonfiore. I corticosteroidi ed altri farmaci anti-infiammatori non sono generalmente efficaci. La dieta iposodica potrebbe essere necessaria per controllare la pressione sanguigna alta ed il gonfiore.

PROGNOSI: La glomerulonefrite post-streptococcica di solito va via da sola dopo alcune settimane o mesi. In casi adulti rari può portare ad insufficienza renale cronica. Possibili complicazioni possono essere:

  • Insufficienza renale acuta;
  • Glomerulonefrite cronica;
  • Insufficienza renale cronica;
  • Insufficienza cardiaca congestizia ed edema polmonare;
  • Stadio terminale della malattia renale;
  • Ipercaliemia;
  • Ipertensione;
  • Sindrome nefrotica.

Contattere un medico se si hanno i sintomi della glomerulonefrite post-streptococcica. Se si è già ricevuta una diagnosi, contattare un medico se avete diminuzione della quantità di urina o nuovi sintomi.

PREVENZIONE: Curare le infezioni da streptococco può impedire l’insorgenza della glomerulonefrite post-streptococcica.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>