Restrizione della crescita intrauterina

di Marco Mancini 1

Restrizione della crescita intrauterina

La restrizione della crescita intrauterina si riferisce alla scarsa crescita di un bambino, mentre è nel grembo materno. In particolare, si riferisce ad un feto il cui peso è inferiore al 10° percentile per l’età gestazionale.

CAUSE: Molte cose diverse possono portare al ritardo della crescita. Un nascituro non può ottenere abbastanza nutrimento a causa di:

  • Malattie cardiaca nella madre;
  • Alta quota;
  • Gravidanze multiple (due gemelli o più);
  • Problemi alla placenta;
  • Preeclampsia o eclampsia.

Anomalie congenite o cromosomiche sono spesso associate al peso inferiore al normale. Infezioni durante la gravidanza che colpiscono il feto, come la rosolia, citomegalovirus, toxoplasmosi e sifilide possono anche influenzare il peso del bambino. I fattori di rischio nella madre che possono contribuire sono:

  • Abuso di alcool;
  • Tossicodipendenza;
  • Pressione alta o malattie cardiache;
  • Cattiva alimentazione;
  • Fumo.

Se la madre è bassa, può essere normale per lei avere un feto piccolo, ma questo non è dovuto alla malattia. A seconda della causa della restrizione, il feto potrebbe essere simmetricamente piccolo, o avere una testa che è di dimensioni normali per l’età gestazionale, mentre il resto del corpo è più piccolo.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Sensazione che il bambino non sia così grande come dovrebbe essere;
  • Altezza del fondo dell’utero minore del previsto per l’età gestazionale.

DIAGNOSI: La restrizione della crescita intrauterina può essere sospettata se le dimensioni dell’utero della donna incinta sono ridotte. La condizione di solito è confermata dall’ecografia. Ulteriori test possono essere necessari per lo screening delle infezioni o problemi genetici.

TERAPIA: La condizione aumenta il rischio di morte intrauterina. Se si sospetta questa condizione, la donna sarà strettamente monitorata con ultrasuoni per misurare la crescita, i movimenti, il flusso di sangue e il liquido intorno al bambino. Sulla base dei risultati di questi test, un parto prematuro può essere necessario.

PROGNOSI: La possibilità di una crescita normale del neonato varia a seconda del grado e dalla causa della condizione. La prognosi dovrebbe essere discussa con il ginecologo e pediatra. A seconda della causa specifica, aumenta il rischio per una varietà di complicanze. I neonati possono avere una frequenza cardiaca fetale non rassicurante durante il travaglio, il che richiede un parto cesareo.

Contattare un medico se si è incinta e si nota che il bambino si muove meno del solito, o se il bambino non sembra crescere normalmente.

PREVENZIONE: Controllare i fattori di rischio durante la gravidanza, quando possibile. Evitare l’alcool, il fumo e le droghe, e ottenere regolari cure prenatali.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>