Retinite pigmentosa

di Marco Mancini 7

Retinite pigmentosa

La retinite pigmentosa è una malattia degli occhi, in cui vi è un danno alla retina. Il danno si aggrava (progredisce) nel tempo.

CAUSE: La retinite pigmentosa è ereditaria. Il disturbo può essere causato da un certo numero di difetti genetici. Le cellule di controllo della vista notturna hanno più probabilità di essere colpite. Tuttavia, in alcuni casi, i coni retinici sono i più danneggiati. Il segno principale della malattia è la presenza di linee scure sulla retina.

Quando la malattia peggiora, la vista periferica è gradualmente persa. La condizione può portare alla cecità, ma di solito non completa. Segni e sintomi spesso apparire nella prima infanzia, ma i problemi di vista di solito non si sviluppano fino all’inizio dell’età adulta. Il principale fattore di rischio è una storia familiare di retinite pigmentosa. E’ una condizione rara che colpisce circa una persona su 4.000.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Diminuzione della vista di notte o in condizioni di scarsa illuminazione;
  • Perdita della vista periferica;
  • Perdita della visione centrale (in casi avanzati).

DIAGNOSI: I test per valutare la retina sono:

  • Colore;
  • Oftalmoscopia dopo che le pupille sono dilatate;
  • Angiografia con Fluoresceina;
  • Pressione intraoculare;
  • Misurazione dell’attività elettrica della retina (elettroretinogramma);
  • Riflessi delle pupille;
  • Test di rifrazione;
  • Fotografia retinica;
  • Test del campo visivo;
  • Esame con lampada a fessura;
  • Acuità visiva.

TERAPIA: Non esiste un trattamento efficace per questa patologia. Indossare occhiali da sole per proteggere la retina dalla luce ultravioletta può aiutare a preservare la vista. Alcuni studi hanno suggerito che il trattamento con antiossidanti (come la vitamina A palmitato) può rallentare la malattia. Gli impianti di microchip dentro la retina sono nelle prime fasi di sviluppo per la cura della cecità associata a questa condizione. Può aiutare affidarsi ad uno specialista dell’ipovisione. Un visita regolare da un oculista, che può monitorare la cataratta e l’edema retinico, può aiutare a curare in tempo queste condizioni.

PROGNOSI: La malattia continua a progredire, anche se lentamente. La cecità completa è rara. Possibili complicazioni sono la perdita periferica e centrale della vista e la cataratta in età precoce. La cataratta può essere rimossa se causa la perdita della vista. Molte altre condizioni somigliano alla retinite pigmentosa, e sono:

  • Atassia di Friedreich;
  • Sindrome di Laurence-Moon;
  • Mucopolisaccaridosi;
  • Distrofia muscolare (distrofia miotonica);
  • Sindrome di Usher (una combinazione di retinite pigmentosa e perdita di udito).

Contattare un medico se la vista notturna diventa difficile o se si sviluppano altri sintomi di questo disturbo.

PREVENZIONE: La consulenza genetica può determinare se i vostri bambini sono a rischio per questa malattia.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>