Rigurgito tricuspidale

di Marco Mancini 5

Rigurgito tricuspidale

Il rigurgito della tricuspide, o rigurgito tricuspidale, è una malattia in cui la valvola tricuspide del cuore non si chiude correttamente, causando un ritorno del sangue nella camera superiore destra (atrio) del cuore quando la camera cardiaca inferiore destra (ventricolo) si contrae.

CAUSE: La valvola tricuspide separa la camera cardiaca inferiore destra (il ventricolo destro) dalla camera superiore destra (atrio destro) del cuore. La causa più comune dell’insufficienza tricuspidale è un gonfiore del ventricolo destro. Tale gonfiore può essere una complicanza di una malattia che provoca insufficienza del ventricolo destro. Altre malattie possono influire direttamente sulla valvola tricuspide. La più comune di queste è la febbre reumatica, che è una complicanza di infezioni da mal di gola non curate.

L’insufficienza tricuspidale colpisce circa una persona su 25.000, e si può trovare in quelle con un tipo di cardiopatia congenita denominata anomalia di Ebstein. Altre cause frequenti di insufficienza tricuspidale comprendono:

  • Tumori carcinoidi, che rilasciano un ormone che danneggia la valvola;
  • Sindrome di Marfan;
  • Lesioni;
  • Artrite reumatoide;
  • Radioterapia.

Un altro importante fattore di rischio per l’insufficienza tricuspidale è l’uso dei farmaci per dimagrire come fentermina e fenfluramina o dexfenfluramina.

SINTOMI: L’insufficienza tricuspidale può non causare alcun sintomo se il paziente non soffre di ipertensione polmonare. Se l’ipertensione polmonare è da moderata a grave, i seguenti sintomi possono apparire:

  • Pulsazione nelle vene del collo;
  • Diminuzione della diuresi;
  • Fatica, stanchezza;
  • Generale gonfiore;
  • Gonfiore dell’addome;
  • Gonfiore dei piedi e delle caviglie;
  • Debolezza.

DIAGNOSI: Il medico sarà in grado di rilevare le anomalie quando preme leggermente con la mano (palpazione) sul petto. Il medico può anche sentire una pulsazione sopra il fegato. L’esame fisico può rivelare un gonfiore al fegato e alla milza. Auscultando il cuore con uno stetoscopio si può sentire un soffio o un rumore. Ci può essere una anormale raccolta di liquido nell’addome. Un elettrocardiogramma o un ecocardiogramma possono mostrare un gonfiore della parte destra del cuore. L’ecocardiografia Doppler o cateterismo cardiaco destro sono utilizzati per misurare la pressione del sangue all’interno del cuore e dei polmoni.

TERAPIA: Il trattamento può non essere necessario se ci sono pochi o nessun sintomo. Il ricovero può essere necessario in caso di sintomi gravi. Le patologie sottostanti devono essere identificate e curate. Alcune persone possono essere in grado di subìre un intervento chirurgico per riparare o sostituire la valvola tricuspide.

PROGNOSI: Il trattamento di eventuali condizioni di base, soprattutto l’alta pressione del sangue nei polmoni ed il gonfiore della camera inferiore destra del cuore, può correggere il disordine. La riparazione o la sostituzione chirurgica della valvola di solito dà ottimi risultati. Tuttavia, le persone con grave rigurgito della tricuspide che non può essere curato possono avere una prognosi negativa. Possibili complicazioni possono essere:

  • Il peggioramento dello scompenso cardiaco;
  • Endocardite;
  • Cirrosi;
  • Perdita di peso;
  • Perdita di appetito.

PREVENZIONE: Un pronto trattamento dei disturbi che possono causare malattie della valvola riduce il rischio di rigurgito della tricuspide. Le infezioni da streptococco vanno curate tempestivamente per prevenire la febbre reumatica.

Qualsiasi procedura invasiva, compreso il lavoro e la pulizia dentale, possono introdurre i batteri nel sistema circolatorio. I batteri possono infettare una valvola mitrale danneggiata, provocando l’endocardite. Avvisate sempre il vostro medico e dentista se avete avuto, anche in passato, una malattia valvolare cardiaca o una malattia cardiaca congenita prima del trattamento. L’assunzione di antibiotici prima delle procedure invasive dentistiche può ridurre il rischio di endocardite.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

  • rosario

    sono un raggazzo di trentacinque anni e gia sofro di ipertensione alteriosa cosa devo fare per capire quali sono i rischi che si corrono quando si e affetto del problema tricuspidalica della valvola destra del ventrico destro e che sintomi puo portare se posso avere qualche informazione venesarei grado cordiali saluti

    • Cinzia Iannaccio

      Non siamo medici e dunque non possiamo risponderti in modo esauriente e certo. I rischi potrei enunciarteli, il proincipale è quello di incappare in un ictus, ma ti invito a leggere il post che segue. Sono generali, non so quale maggiore pericolo con la patologia che hai. Ma leggo nel post del collega “Il trattamento di eventuali condizioni di base, soprattutto l’alta pressione del sangue nei polmoni ed il gonfiore della camera inferiore destra del cuore, può correggere il disordine”. Dunque la cosa principale da fare è tenere sotto controllo la pressione SERIAMENTE. Come di sicuro ti avrà detto il tuo medico curante, anche con i farmaci, che non andranno mai sospesi;=)

  • GENNARO

    ho un bambino di 10 anni con problema di dismormismo mitralico con minimo rigurgico e lieve rigurgito polmonare e tricuspidale mi puo’ spigare che cosa e’
    grazie

  • Mario Pino

    Ectasia della radice aortica con lieve rigurgito valvolare (tricuspide)

    Salve,
    Ho 43 anni, chiedo un Vostro parere sulla mia situazione, giorno 18 luglio 2012 ho fatto un ecocardiogramma M B color doppler.
    Da questo esame mi è stata diagnosticata il seguente risultato:
    Ventricolo sinistro di normali dimensioni endocavitarie, (DTD 55 mm), normali spessori paritali, (SIV 10mm), indici globali di funzione sistolica conservati (FE con Simpson biplano 54%. Rapporto E/A a tipo alterato rilasciamento (disfunzione diastolica di I° ). Atrio sinistro non dilatato (area 14 cmq).
    Radice aortica dilatata (AO 41 mm ai seni di Valsalva, con cuspidi ben continenti.
    Valvola aortica tricuspide con lieve rigurgido valvolare.
    Apparato valvolare mitralico: normale.
    Cavità dx di normale dimensioni. TAPSE normale.
    Non ipertensione polmonare.
    Pericardio indenne. Conclusioni: ectasia della radice aortica con lieve rigurgito valvolare. Controllo fra un anno.
    Premesso, che a luglio del 2009 mi era stato già riscontrato il lieve rigurgito aortico e la pressione minima alta 90-100-105/140-150 massima, come terapia mi è stato prescritto una 1/2 pillola di Lobivon 5mg. Avevo notato una diminuizione della pressione nella norma 130/80. Nel 2010 inizio a fare attività sportiva tipo running quasi ogni giorno per 1-2 ore, dove pesavo 96 kg e adesso peso 82 kg e sono alto 1.76, sono molto stressato in considerazione del lavoro che svolgo come Poliziotto Penitenziario.
    A distanza di due anni la mia pressione è salita di nuovo con la necessità di prendere una pillola intera (LOBIVON 5 Mg). Cosa pensate della mia situazione? Pensate che con un qualche intervento possa di nuovo mettermi a posto, visto che mi hanno sconsigliato di allenarmi con fare corse agonistiche, alzare pesi, vita tranquilla senza stress…
    Ringrazio anticipamente per la Vostra gentile risposta. Mario Pino

  • Kiara

    cavolo io ho fatto la pulizia dei denti qualche settimana fà..purtroppo mi è stato diagnosticato un lieve rigurgito triscupidale..e non ci ho pensato di dirglielo all’igienista dentale…perchè non pensavo che la pulizia dentale c’entrasse con il cuore sinceramente..cioè mi sembra ASSURDO!!! Siccome nonostante la pulizia dentale che mi faccio ogni 6 mesi e a casa che lavo i denti bene soffro un pò di gengivite posso stare tranquilla per l’endocardite?? HO MOLTA PAURA perchè ho letto che chi soffre di colasso di valvola mitrale o di lieve rigurgito triscupidale è più a rischio…però se soffrivo di colasso di valvova mitrale anche la cardiologa me lo avrebbe scritto??? le valvole comunque stanno bene!!! aiutoooo…ho pauraaa!!!