Silicosi

di Marco Mancini 3

Silicosi

La silicosi è una malattia respiratoria causata dall’inalazione di polveri di silice.

CAUSE: La silice è un comune cristallo naturale. Si trova nelle rocce e in polvere nelle miniere, cave, gallerie, e si lega con molti minerali metallici. La silice è un elemento principale della sabbia, così i lavoratori del vetro e della sabbia ne sono molto esposti.

Esistono tre tipi di silicosi:

  • Silicosi cronica semplice, risultata dall’esposizione a lungo termine (più di 20 anni) a basse quantità di polvere di silice. Questa porta a gonfiori nei polmoni e linfonodi nel petto e può causare problemi di respirazione. Può essere simile alla malattia polmonare ostruttiva cronica (BPCO).
  • Silicosi accelerata, si verifica dopo l’esposizione a grandi quantità di silice per un periodo di tempo più breve (5-15 anni). Gonfiore nei polmoni e altri sintomi si verificano più velocemente che nella silicosi semplice.
  • Silicosi acuta, risultata dall’esposizione a breve termine alle grandi quantità di silice. I polmoni diventano molto infiammati e possono riempirsi di liquido, causando grave mancanza di respiro e bassi livelli di ossigeno nel sangue.

Una progressiva fibrosi massiccia si può verificare sia nella silicosi semplice che in quella accelerata, ma è più comune in questa seconda forma. La progressiva fibrosi massiccia è causata da cicatrici e distrugge la strutture polmonare normale. Le persone che lavorano in posti di lavoro che li espongono a polveri di silice sono a rischio. Questi sono:

  • Minatori;
  • Tagliatori di pietre;
  • Lavoratori delle cave;
  • Lavoratori stradali ed edili;
  • Lavoratori che vengono a contatto con abrasivi;
  • Sabbiatori.

L’esposizione alla silice può causare malattie in un anno, ma di solito ci vogliono almeno 10-15 anni di esposizione prima che i sintomi si verifichino. La silicosi è diventata meno comune in quanto sono stati creati regolamenti che richiedono l’uso di attrezzature di protezione, che limino la quantità di polvere di silice inalata dai lavoratori.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Tosse cronica;
  • Respiro corto con l’esercizio fisico, di solito nei pazienti affetti da fibrosi progressiva massiccia.

Altri sintomi di questa malattia, soprattutto nella silicosi acuta, sono:

  • Febbre;
  • Tosse;
  • Perdita di peso;
  • Gravi difficoltà respiratorie.

DIAGNOSI: Il medico redigerà la storia clinica del paziente che comprende domande sui lavori (passati e presenti), gli hobby, e altre attività che possono avere esposto la persona alla silice. Verrà effettuato anche un esame fisico. I test per confermare la diagnosi e per escludere malattie simili includono:

  • Radiografia del torace;
  • Test di funzionalità polmonare;
  • Derivato proteico purificato (PPD) o test cutaneo (per la tubercolosi).

TERAPIA: Non esiste un trattamento specifico per la silicosi. La rimozione della fonte di esposizione alla silice è importante per evitare che la malattia peggiori. Il trattamento di supporto include medicine per la tosse, broncodilatatori, e l’ossigeno, se necessario. Gli antibiotici sono prescritti per le infezioni respiratorie, se necessario. Il trattamento comprende anche limitare l’esposizione alle sostanze irritanti, smettere di fumare, e test cutanei alla tubercolosi di routine.

Le persone con silicosi sono ad alto rischio di sviluppare la tubercolosi (TB). La silice si pensa possa interferire con la risposta immunitaria dell’organismo ai batteri che causano la tubercolosi. Le persone con silicosi devono effettuare test cutanei per controllare l’esposizione alla TB. Quelli con un test cutaneo positivo devono essere curati con farmaci anti-TB. Qualsiasi modifica dell’aspetto della radiografia del torace può essere un segno di tubercolosi.

PROGNOSI: Il risultato varia a seconda della quantità dei danni ai polmoni. Possibili complicazioni possono essere:

  • Aumento del rischio per la tubercolosi;
  • Fibrosi progressiva.

Contattare un medico se si è esposti alla silice al lavoro e avete i sintomi della malattia.

PREVENZIONE: Se si fa una professione ad alto rischio o si ha un hobby ad alto rischio, indossare maschere anti-polvere e non fumare. Si potrebbe anche decidere di utilizzare altre protezioni raccomandate, come ad esempio un respiratore.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Commenti (3)

  1. I lavoratori in azienda vetro float e laminato sono esposti?il parco rottame emette sempre questa polvere cristallina nell’aria come si vede anche in reparto quando entrano raggi solari,cosa dovremmo fare x
    la nostra salute visto che siamo tutti ragazzi di 30 anni e da 10 dipendenti di questa azienda? Attendo vostre, cordialità Roberto

  2. Non conosco e non potrei sbilanciarmi sulla situazione della vostra azienda, ma se siete tanto preoccupati potreste rivolgervi alla Asl competente per un controllo. In ogni caso ricordate sempre di utilizzare le protezioni previste.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>