Stenosi meatale

di Marco Mancini Commenta

Stenosi meatale

La stenosi meatale è un restringimento dell’apertura dell’uretra, il tubo attraverso il quale l’urina lascia il corpo.

CAUSE: La stenosi meatale può colpire sia i maschi che le femmine, ma è più comune nei maschi. In questi ultimi è spesso causata da gonfiore e irritazione (infiammazione), dopo la circoncisione di un neonato. Questo porta alla crescita abnorme dei tessuti e alla cicatrizzazione dell’apertura dell’uretra. Il problema è che di solito non si nota fino a quando al bambino non viene insegnato ad usare la toilette.

Nelle femmine, questa condizione è presente alla nascita (congenita). Anche se meno frequente, la stenosi meatale può colpire anche donne adulte. I rischi includono:

  • Procedure endoscopiche (cistoscopia);
  • Vaginite atrofica grave e a lungo termine.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Anormale forza e direzione del flusso urinario;
  • Bagnare il letto;
  • Emorragia alla fine della minzione;
  • Disagio con la minzione;
  • Incontinenza;
  • Apertura visibilmente stretta nei ragazzi.

DIAGNOSI: Nei maschi, un’anamnesi e un esame fisico sono abbastanza per fare la diagnosi. Nelle ragazze, si può procedere con un cistouretrogramma. Il restringimento si può trovare anche nel corso di un esame fisico, o mentre un medico cerca di posizionare un catetere di Foley. Altri test possono includere:

  • Emocromocitometrico completo (CBC);
  • Ecografia vescicale e renale;
  • Analisi delle urine;
  • Urinocoltura.

TERAPIA: Nelle femmine, la stenosi meatale può solitamente essere curata con l’apertura dell’uretra e la dilatazione con appositi strumenti. Nei maschi, è una chirurgia ambulatoriale minore chiamata meatoplastica il trattamento più diffuso.

PROGNOSI: La maggior parte delle persone urinano normalmente dopo il trattamento. Possibili complicazioni possono essere:

  • Anormale flusso di urina;
  • Sangue nelle urine;
  • Minzione frequente;
  • Minzione dolorosa;
  • Incontinenza urinaria;
  • Infezioni delle vie urinarie.

Contattare un medico se il vostro bambino ha i sintomi di questo disturbo.

PREVENZIONE: Se il vostro bambino è stato recentemente circonciso, cercare di mantenere il pannolino pulito e asciutto. Evitare di esporre il pene circonciso di recente a qualsiasi agente irritante.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>