Vasculite necrotizzante

di Marco Mancini Commenta

Vasculite necrotizzante

La vasculite necrotizzante è una rara condizione che comporta l’infiammazione delle pareti dei vasi sanguigni.

CAUSE: La vasculite necrotizzante può verificarsi con l’artrite reumatoide ed è comunemente vista con lupus eritematoso sistemico, poliarterite nodosa e la sclerodermia. E’ molto rara nei bambini. La causa dell’infiammazione è sconosciuta, ma probabilmente legata a fattori autoimmuni. I tessuti vanno in necrosi (muoiono). La parete delle vene può cicatrizzarsi e addensarsi fino alla chiusura del vaso, interrompendo il flusso di sangue ai tessuti. La mancanza di flusso sanguigno causa la morte dei tessuti.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Lesioni cutanee (papula di colore rosso o viola, situata sulle gambe, mani o altre parti del corpo);
  • Dita che cambiano colore;
  • Tessuto morto a causa della mancanza di ossigeno;
  • Dolore nella zona;
  • Arrossamento della pelle;
  • Ulcere che non guariscono;
  • Dolore addominale;
  • Dolore, intorpidimento o formicolio a una gamba, braccio o altre zone del corpo;
  • Modifiche o diminuzione della funzione di una gamba, braccio o altre zone del corpo;
  • Febbre;
  • Debolezza;
  • Difficoltà a deglutire;
  • Difficoltà nel parlare;
  • Contrazioni muscolari;
  • Atrofia muscolare;
  • Difficoltà di movimento;
  • Mestruazioni dolorose;
  • Raucedine o cambiamento della voce;
  • Fatica;
  • Pupille di dimensioni diverse;
  • Palpebre cadenti.

I sintomi variano a seconda della posizione dei vasi colpiti.

DIAGNOSI: Il medico dovrà eseguire un esame fisico. Un esame neurologico può mostrare segni di danni al sistema nervoso. I test che possono essere effettuati includono:

  • Biopsia del nervo muscolare, organo o tessuto colpito;
  • Radiografia del torace;
  • Velocità di sedimentazione;
  • Analisi delle urine;
  • Analisi del sangue per l’epatite;
  • Esame del sangue per gli anticorpi contro i neutrofili.

TERAPIA: I corticosteroidi (somministrati in dosi basse) o altri farmaci che sopprimono il sistema immunitario potrebbero ridurre l’infiammazione dei vasi sanguigni.

PROGNOSI: Il risultato varia con la posizione della vasculite e la gravità dei danni ai tessuti. Possibili complicazioni possono essere:

  • Danni permanenti alla struttura o funzione della zona interessata;
  • Infezioni secondarie dei tessuti necrotici.

Contattare un medico se i sintomi della vasculite necrotizzante si sviluppano. I sintomi di emergenza includono debolezza, difficoltà di deglutizione, disturbi del linguaggio, cambiamenti nella dimensione della pupilla e la perdita della funzione di un braccio o una gamba o di altre parti del corpo.

PREVENZIONE: Non vi è alcun modo conosciuto per prevenire questo disturbo.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>