10 cose che accadono al corpo umano dopo 200 giorni nello spazio

di Valentina Cervelli 0

Samantha Cristoforetti ed i suoi colleghi astronauti sono tornati sulla terra dopi aver passato 200 giorni nello spazio. Vediamo insieme quali sono gli effetti sulla loro salute che potrebbero sperimentare.

1. Problemi alla vista

Gli astronauti tornati da un viaggio nello spazio possono presentare problemi a vedere da vicino. Questo è dovuto alla forza di gravità quasi inesistente: essa provoca infatti lo schiacciamento dei bulbi oculari portando ad una sorta di presbiopia, al rigonfiamento del nervo ottico ed a possibile macchie nella visione. Statisticamente, anche se non se ne conosce la ragione, sono più soggetti gli uomini a tale problema.

2. Densità ossea ridotta

Anche le ossa risentono del viaggio spaziale. Il fatto che Samantha Cristoforetti e gli altri siano rimasti a lungo in un luogo con pochissima gravità ha portato il loro organismo,non più o obbligato a sostenere completamente il peso del corpo, a rallentare la rigenerazione delle cellule delle stesse. E’ per evitare questo che anche in missione fanno ginnastica e prendono farmaci contro l’osteoporosi.

3. Radiazioni spaziali

In questo caso vi può essere la possibilità di sviluppare problemi al sistema nervoso, intestinali, cuore e cervello, insieme ad un maggiorato rischio di cancro.

4. Disturbi dell’umore

Una volta tornati sulla terra, i viaggiatori dello spazio possono presentare difficoltà a trovare un giusto ritmo sonno-veglia, irritabilità, e difficoltà a pensare coerentemente.

5. Problemi di linguaggio

Anche in questo caso il problema è dato dall’aver vissuto troppo tempo in un contesto senza gravità. La forza che ci tiene ancorati al suolo fa riscoprire agli astronauti il peso del proprio corpo. Devono imparare nuovamente a gestire il peso di labbra e lingua nel parlare.

6. Problemi alla guida

E’ protocollo attendere almeno 21 giorni dopo l’atterraggio per rimettersi alla guida.

7. Debolezza muscolare

L’assenza di gravità porta ad un non utilizzo dell’apparato muscolare molto elevato. Non di rado la potenza fisica di un astronauta cala del 50%.

8. Problemi di equilibrio

Faticano a rimanere in piedi e a prendere gli oggetti

9. Sistema immunitario debole

Dura per circa un mese e mezzo dopo il ritorno sulla terra. E’ consigliabile di solito limitare i contatti con altre persone in questo periodo.

10. Invecchiamento precoce

Samantha Cristoforetti ed i suoi colleghi sperimenteranno anche un invecchiamento precoce: 6 mesi nello spazio sono comparabili a un invecchiamento di circa 10 anni sul nostro pianeta.

Photo Credit | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>